facebook twitter rss

Oscar green 2018, l’azienda di Roberto Diletti vince il premio ‘creatività’ grazie allo snack Smash Mais

SANT'ELPIDIO A MARE - Di colore giallo e dal sapore sano che ricorda la polenta fatta in casa può essere un aperitivo, merenda, pausa pranzo ed è molto gradita dai bimbi.
Print Friendly, PDF & Email

 

L’utilizzo di materie prime di qualità per produrre uno snack gustoso lontano anni luce dal cibo spazzatura. Dal mais è stato inventato un prodotto nuovo e salutare: lo Smash Mais. La forma è simile a quella di altre patatine che si trovano comunemente in vendita, ma qui non ci sono additivi o altre sostanze di sintesi. Di colore giallo e dal sapore sano che ricorda la polenta fatta in casa può essere un aperitivo, merenda, pausa pranzo ed è molto gradita dai bimbi. E’ grazie a questo prodotto che l’azienda agricola Roberto Diletti di Sant’Elpidio a Mare si è aggiudicata l’Oscar Green 2018 per la creatività con la motivazione: “Idee innovative per vincere la crisi”.

Un riconoscimento importante per Sant’Elpidio a Mare e il Fermano.  Tra le altre storie premiate, quella della fuga dalla Nigeria del terrorismo, l’arrivo in Italia e l’avvio non senza fatica di un’azienda agricola con annessa fattoria didattica. Quella di Jeffery Eromosele Osoiwanlan è una bella storia di integrazione riuscita che nasce sulle colline di Montecarotto e che Coldiretti Marche ha premiato con l’Oscar Green 2018 per “Noi per il sociale”, una delle sei categorie del premio conferito da Coldiretti ai giovani che coniugano tradizione e innovazione in agricoltura e che oggi all’Abbadia di Fiastra ha vissuto la sua fase regionale. In fuga dal suo Paese Jeffery è un richiedente asilo che, aiutato da una famiglia marchigiana, ha restaurato uno storico casale che in precedenza ospitava un allevamento di cani ormai dismesso ed ha aperto la sua Fattoria di Campagna, una vera e propria Arca di Noè per bambini con centinaia di animali di razze e specie a rischio di estinzione provenienti da tutto il mondo, con laboratori dedicati ai più piccoli ma anche iniziative per gli adulti, dal bird watching alla tartufaia e ai percorsi olfattivi. In generale la giornata è stata una vera e propria esplosione di idee che nascono dalla terra.

Con ben 46 nomination tra le varie sezioni la giuria ha avuto un compito davvero difficile nello scegliere i vincitori. La consegna dei premi è stata preceduta da un’interessante tavola rotonda che non ha mancato di sottolineare esperienze imprenditoriali di giovani che hanno scelto l’agricoltura, magari partendo da altri settori o dopo aver effettuato studi completamente differenti, come traiettoria di futuro per la loro realizzazione. Dopo i saluti del presidente di Coldiretti Macerata, Francesco Fucili e del sindaco di Tolentino, Giuseppe Pezzanesi, si sono alternati negli interventi Alba Alessandri (Delegata Coldiretti Giovani Impresa Marche), Maria Letizia Gardoni (delegata nazionale Coldiretti Giovani Impresa), Gianluca Lelli (Capo Area Economica Coldiretti), la vicepresidente regionale e assessore all’agricoltura Anna Casini, Nadia Stacchiotti (social media e web marketing manager) e Luca Marinelli (ricercatore e Docente Dipartimento di Management alla Politecnica delle Marche). I sei vincitori della fase regionale saranno selezionati per accedere alla finale nazionale che si terrà a Roma in autunno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X