facebook twitter rss

Passaggio di consegne
alla Sangiorgese 1922

PROMOZIONE - Il direttivo dello storico sodalizio nerazzurro, in una lettera aperta, spiega i motivi della fine di un ciclo che ha riportato il calcio rivierasco dai bassifondi della Terza Categoria al secondo circuito dilettantistico regionale
Print Friendly, PDF & Email

La gioia per il ritorno nel campionato di Promozione maturato poche stagione or sono

PORTO SAN GIORGIO – Riceviamo e pubblichiamo dal direttivo della Sangiorgese Calcio 1922 quanto segue:

“Al sesto anno di gestione, dopo gioie indimenticabili, delusioni, difficoltà e un’esperienza di vita insostituibile, il gruppo che ha rifondato la Sangiorgese Calcio 1922 ha bisogno di chiudere il proprio ciclo.

L’arrivo in Promozione in soli quattro anni dalla Terza categoria, e le crescenti complessità, hanno messo in affanno una società già ridimensionata nei suoi componenti e nella disponibilità di tempo e impegno degli stessi.

Proprio per il peso crescente della struttura organizzativa, alla fine di questa stagione i soci hanno deciso di spostare il settore giovanile in una nuova società, che ha comunque portato via competenze, energie e volontariato alla Sangiorgese.

Nonostante questo, il direttivo si è reso conto che, per puntare a nuovi successi e nuovi traguardi, è necessario passare il testimone a nuovi soci che portino ancora entusiasmo e una necessaria progettualità ambiziosa e di lungo termine, degna della storia della Sangiorgese.

In queste settimane sono circolate voci sulla nostra scelta, che hanno portato a diversi contatti con gruppi interessati. Nei prossimi giorni lavoreremo a una soluzione che tuteli il lavoro da noi svolto finora e il nome della Sangiorgese, prediligendo un progetto tecnico di qualità e una nuova compagine sociale in grado di contenere le componenti degli sponsor più importanti, dei dirigenti che vogliono proseguire e di un nuovo partner tecnico e finanziario.

Ringraziamo tutti quelli che ci hanno accompagnato in questo splendido percorso: allenatori, collaboratori, volontari, tifosi, giocatori, sponsor, che hanno permesso che la Sangio scrivesse un altro capitolo della sua storia”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti