facebook twitter rss

Da Rimini i complimenti ai tifosi
della Fermana: “Fantastici, un altro
calcio è possibile” IL VIDEO

SERIE C - Alla società gialloblù sono arrivati i ringraziamenti del club romagnolo per gli applausi dei tifosi canarini rivolti ai giovani giocatori locali che hanno sfilato allo stadio prima della partita. Soddisfazione espressa anche dal sindaco di Fermo Paolo Calcinaro
Print Friendly, PDF & Email
Gli applausi dei tifosi fermani ai giovani calciatori del Rimini

di Paolo Bartolomei

 

FERMO – Ieri la società canarina ha pubblicato sul proprio profilo Facebook, con sorpresa e piacere, il messaggio di ringraziamento del delegato della sicurezza del Rimini FC, rivolto ai tifosi marchigiani che domenica pomeriggio occupavano la curva ovest dello Stadio Romeo Neri per assistere alla partita Rimini-Fermana (campionato di serie C) e che ha riportato anche il pensiero del presidente del club riminese: “Un altro calcio è possibile“.

Gli spettatori fermani, prima dell’inizio della partita, hanno applaudito il corteo delle squadre giovanili che ha sfilato lungo la pista di atletica e hanno regalato loro delle caramelle. Non era ancora maturata la sconfitta, è vero, e c’era clima festoso, ma il coro di applausi è stato spontaneo e notevole, come si nota dalle immagini (per le quali ringraziamo il tifoso Alessandro Fasciani).

Un gesto di sportività e di fair play di cui il calcio ha molto bisogno, visti gli eccessi che spesso si verificano, sia in campo sia fuori, e proprio nello stesso giorno in cui le cronache nazionali riferiscono di brutali aggressioni a due arbitri in campi minori.

Il sindaco di Fermo, Paolo Calcinaro, alla lettura del post, lo ha condiviso e ha commentato: “Da fermano, da tifoso e soprattutto da sindaco di questa Città sono orgoglioso di leggere queste parole. Al di là di ogni punteggio, questa rimane una gran bella vittoria!

Molti altri si sono rallegrati, da qualche consigliere comunale a semplici tifosi e cittadini. Sotto al commento di soddisfazione di Gianfilippo Simoni (sponsor e figlio del presidente, presente a Rimini domenica) leggiamo anche il commento del tifoso Carlo Remoli (che per lavoro visita molti imprenditori del centro Italia), ha riferito che, una quindicina di anni fa, l’allora presidente e patron del Lanciano Calcio, Angelucci, si complimentava con lui (sapendo che era tifoso canarino) per l’accoglienza, l’educazione e il rispetto che la squadra rossonera trovava sempre a Fermo in quegli anni di serie C1.

Non servono altri commenti: fatti che smentiscono chi, dopo il 5 luglio 2016, ha frequentemente collegato (soprattutto una parte dei media nazionali) l’intera tifoseria fermana ad un alone di negatività, confondendo una esigua minoranza per la totalità. A “chiudere il cerchio”, una curiosità: l’addetto stampa del Rimini, Sergio Cingolani, ha detto che il suo trisavolo (Giacomo Cingolani) era di Montegranaro e lavorava (nemmeno a dirlo) nell’ambito della manifattura calzaturiera.

 

Articoli correlati

Fotostory dei tifosi gialloblù a Rimini

Dopo la festa la Fermana ha ripulito lo spogliatoio


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti