facebook twitter rss

L’addio della Croce gialla a Monaldi,
Salvatelli: “Sempre pronto ad aiutarci”

FERMO/MONTEGRANARO - Il responsabile formazione Walter Rossi e l’istruttore Marco Marchini: "Per noi Alessio era un pilastro fondamentale. Lascia un segno indelebile dentro ognuno di noi"
Print Friendly, PDF & Email

Alessio Monaldi

La Croce Gialla si unisce al dolore che ha colpito la famiglia Monaldi e soprattutto alla moglie Manuela, per la scomparsa del nostro volontario Alessio.
Il primo a prendere la parola è il presidente Salvatelli: “ La scomparsa prematura di Alessio ci colpisce profondamente, un volontario sempre presente e attento alle necessità, pronto ad aiutarci in ogni momento della vita associativa”.
Il ricordo più sentito arriva dal responsabile formazione Walter Rossi e dall’istruttore Marco Marchini, strettamente legati ad Alessio da doppio filo, sia per quel che riguarda la collaborazione all’interno della Croce Gialla sia per l’amicizia che li legava: “La Croce Gialla è una grande famiglia e come in tutte le famiglie la scomparsa di qualcuno colpisce e ricade su tutti, soprattutto se così giovane. Per noi Alessio era un pilastro fondamentale nel processo di formazione dei volontari, anche grazie al suo contributo abbiamo risposto a pieno agli aggiornamenti che ogni giorno ci vengono richiesti.

Alessio rimarrà sempre nei nostri cuori e anche in quello dei cittadini di Montegranaro perché lui é stato parte attiva anche nel progetto Montegranaro nel cuore, con cui la nostra associazione ha donato dei Dae alla cittadinanza, si è speso con il suo senso di volontariato nelle scuole e nei corsi alla popolazione proprio per insegnare a tutti le manovre che possono salvare vite, sarà nel suo ricordo che porteremo avanti più che mai questa missione, prendendo in esempio la sua passione. Tanti volontari e cittadini normali con cui ha svolto corsi hanno in questi giorni tempestato la sede di chiamate per lasciare un loro pensiero e siamo sicuri che l’aver lasciato un segno indelebile dentro ognuno di noi sia il nostro miglior modo per ricordarlo”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti