facebook twitter rss

A un anno dal rogo:
la chiesa di Gesù Redentore
torna a splendere

PORTO SAN GIORGIO - Don Pietro Gervasio: "Sale benedette dal nostro arcivescovo Pennacchio il 29 novembre. L'8 dicembre saremo a Loreto per ringraziare la Madonna"
martedì 4 Dic 2018 - Ore 23:42
Print Friendly, PDF & Email

(foto Marco Capancioni)

Era il tardo pomeriggio di quasi un anno fa, era il 10 dicembre del 2017 quando il piano interrato della chiesa di Gesù Redentore è stato avvolto e carbonizzato dalle fiamme. Un anno fa,  quando si è sfiorata la tragedia con giovani parrocchiani salvi per miracolo, scampati a quel rogo causato da un corto circuito.

E oggi a distanza di quasi un anno la chiesa di Gesù Redentore, quartiere Borgo Rosselli di Porto San Giorgio, rinasce. Locali come nuovi, anzi migliorati tra aria condizionata, impianto di riscaldamento, pavimentazione, impianto anti-incendio.

E don Pietro Gervasio, parroco di ‘Gesù redentore’ porta tutti a Loreto: “Sì, il prossimo 8 dicembre saremo a Loreto per ringraziare la Vergine – conferma don Pietro – e ci saranno anche alcuni dei ragazzi che quella sera sono scampati all’incendio. Le sale, rinnovate, sono state benedette dall’arcivescovo Pennacchio lo scorso 29 novembre in occasione delle cresime. L’arcivescovo ha benedetto la statua della Madonna. Ora andiamo a Loreto per ringraziare la Madonna. Abbiamo riaperto tutte le sale bonificate. e per l’occasione abbiamo anche apportato delle migliorie. Ora manca solo la conclusione dei lavori nella chiesa che deve ancora essere ripulita. Ma la parrocchia, dopo quel 10 dicembre, è finalmente rinata e rinvigorita”.

g.f.

I locali distrutti dalle fiamme la sera del 10 dicembre 2017

La chiesa invasa dalla coltre di fumo la sera del 10 dicembre 2017

(foto Marco Capancioni)

(foto Marco Capancioni)

(foto Marco Capancioni)

(foto Marco Capancioni)

(foto Marco Capancioni)

Rogo in chiesa durante la preghiera, tragedia sfiorata al “Gesù Redentore”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page

Caricamento..

Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


Caricamento..
X