facebook twitter rss

Pedaso sul filo di lana,
beffata la Victoria Marcozzi

SERIE D - Derby di provincia gestito per larghi tratti dai fermani ma la compagine di casa non molla ed imprime il vincente colpo di reni sui titoli di coda
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Amara sconfitta per la Marcozzi Fermo che esce battuta dalla trasferta di Pedaso per 55 a 53 dopo aver condotto la gara per tre tempi con vantaggi anche in doppia cifra. Amara per alcune decisioni arbitrali degli ultimi istanti di gioco che penalizzano oltre ogni modo la prestazione dei ragazzi di Pratesi, che anche per tale occasione senza l’apporto di Centonza, Verdecchia e Cinti, giocano una grande partita difensiva contro una squadra dal rooster importante, seppur priva ancora di Venditti.

IL TABELLINO

PALLACANESTRO PEDASO 55: Del Buono 6, Piciotti, Stampatori 4, Ciccorelli 11, Nanni, Manfrini 12, Di Silvestro 10, Giulietti 4, Moriconi ne, Albertazzi 8, Menghini ne, Venditti ne. All. Ionni

VICTORIA MARCOZZI FERMO 53: Mancini 11, Maroni 3, D’Onofrio 3, Hoxha 2, Pierantozzi 4, Pelacani 8, Belleggia 6, Cardarelli ne, Mastroianni, Ricci 16. All. Pratesi

PARZIALI: 11-17, 13-15, 23-14, 8-7

PROGRESSIVI: 11-17, 24-32, 47-46, 55-53

LA CRONACA

L’inizio è subito per i fermani che con grande determinazione e con buone percentuali chiudono sul 17 a 11 il primo parziale. Vantaggio che aumenta nel secondo periodo con Ricci e Mancini su tutti e con Belleggia che sotto le plance trova buoni canestri per la batteria dei lunghi pedasini sia composta da Ciccorelli e Albertazzi.

Il rientro in campo sul 24 a 32 vede pero’ i fermani iniziare a pagare dazio con i falli; la gran difesa messa sul parquet pero’ carica di penalità per Belleggia, Pelacani, Ricci e Mancini. L’intensità deve ovviamente calare e ne approfittano i padroni di casa che grazie a Manfrini sul finire di tempo riescono a rimettere in carreggiata la partita e ad operare il primo sorpasso sul 47 a 46 dell’ultimo mini intervallo. I restanti dieci minuti sono una autentica sagra degli errori da una parte e dall’altra (8 a 7 il parziale). Pedaso gestisce gli ultimi secondi seppur in difficoltà, lasciando solo un tentativo della disperazione da metà campo di Ricci che gli dei del basket non premiano.

Alla sirena finale tanta amarezza, per una gara che poteva portare la prima vittoria in campionato e che invece è sfilata via in maniera rocambolesca. Prossimo impegno per la Marcozzi tra le mura di casa contro la capolista Macerata, altra gara difficilissima, ma visto l’atteggiamento degli ultimi match, siamo certi la Marcozzi giocherà a viso aperto sperando di recuperare alcune pedine del rooster.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti