facebook twitter rss

Resurrezione Montegiorgio,
Albanesi da tre punti e torna la vittoria

SERIE D - La rete rossoblù giunta all'85' di gioco vale l'1-0 ai danni del Real Giulianova, piegata internamente nel pomeriggio odierno. Dopo il recente pareggio di Notaresco ecco un fertile bottino pieno, a cancellare i tre stop consecutivi patiti contro Vastese, Pineto e Cesena
Print Friendly, PDF & Email

La squadra dopo il triplice fischio, finalmente a decretare un nuovo successo

 

di Paolo Gaudenzi

MONTE SAN GIUSTO (MC) – Resurrezione Montegiorgio. Il brodino caldo assaporato nel turno scorso, vale a dire il punto frutto del pareggio realizzato sabato sull’erba abruzzese di Notaresco è diventato oggi, nel nuovo turno infrasettimanale, un succulento dolce natalizio da tre punti. La secca precedente e prolungata di tre sconfitte consecutive (nell’ordine contro Vastese, Pineto e Cesena) ha infatti lasciato il posto, nel pomeriggio odierno, al successo imposto al Real Giulianova, che dopo il poker rimediato a Pineto torna a casa dalla Marche con una nuova sconfitta, seppur di misura.

IL TABELLINO

MONTEGIORGIO 1 (4-3-3): Menegatti; Calamita, Terrenzio, Biasiol, Ghiani; Mariani (63′ Albanesi), Proesmans, Rozzi; Marchionni (89′ Passalacqua), Sbarbati, Pellizzi (62′ Vecchione). A disposizione: Monachesi, Zancocchia, Ferranti, Vita, Del Moro, Baraboglia. All. Massimo Paci

REAL GIULIANOVA 0 (3-4-3): Shiba; De Fabriitis, Ferrini, Del Grosso; D’Adamo (86′ Barlafante), Lenart, Antonelli, Balducci (82′ Pierabella); Di Paolo, Torelli (58′ Fabrizi), Gori (72′ Palladini). A disposizione: Parente, D’Intino, Cipriani, Morra, Crisci. All. Nico Stallone

ARBITRO: Valentina Finzi di Foligno, Niroy Emilio Gookooluk di Civitavecchia e Mirko Librale

RETE: 85′ Albanesi

NOTE: Ammoniti Pellizzi, Del Grosso, Lenart, Antonelli e D’Adamo

LA CRONACA

Rispetto alla formazione schierata contro l’ex collega ai tempi della Serie A e B dei lustri andati, vale a dire Mirko Cudini, alla pari del timoniere rossoblù con un passato nel cuore delle difese di prestigiosi sodalizi calcistici nazionali, Massimo Paci inserisce il recente acquisto Proesman in mediana dal primo minuto, conservando l’attacco a trazione anteriore e la linea di difesa a quattro già cambiata per metà, con Calamita e Terrenzio interpreti, altre pedine cioè in entrata dal mercato attuale e rodate contro il San Nicolò.

Prima frazione di sfida nel tipico segno del gioco montegiorgese, tradotto, con buona manovra, tante trame, senza però sbocchi degni di nota dalle parti di Shiba. La formazione contrapposta di Nico Stallone, ultimi risultati alla mano, non sta di certo attraversando il miglior momento della propria stagione. Il Montegiorgio lo sa, e dunque rientra in campo per imprimere, nella ripresa, il colpo di acceleratore necessario al fertile cambio di passo. Sbarbati fa le prove del gol su calcio franco, poi Rozzi tenta la stoccata fatale, senza riuscirci. A 20′ dalla fine Prosman innesca nuovamente Sbarbati, ma la conclusione dell’attaccante si infrange sul palo.

Quando tutto sembrava incanalato verso un inerziale nulla di fatto, all’85’ ecco la ripartenza di Marchionni, il relativo suggerimento per Albanesi, subentrato al posto di Mariani, che davanti all’estremo giallorosso libera un diagonale da tre punti. Per il Montegiorgio è ossigeno di classifica, utile a tenere l’undici del diesse Zeno Cesetti in linea di galleggiamento, a quota 17, con la botola playout. Al contrario, per i giuliesi il nuovo stop contribuisce invece alla perdita di ulteriore terreno in ottica spareggi promozione, ora distanti cinque punti.

 

 

 

 

Articolo correlato: 

Ex difensori contro, tra San Nicolò e Montegiorgio finisce in parità


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti