facebook twitter rss

Arrigoni (Lega): “Concessa
la zona franca urbana, volàno
della rinascita post-terremoto”

MANOVRA - Lo comunicano il senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche ed i parlamentari marchigiani Tullio Patassini, Giorgia Latini, Luca Paolini e Giuliano Pazzaglini a margine dell’approvazione della legge di bilancio da parte del Senato.
Print Friendly, PDF & Email

Paolo Arrigoni

“Nella Legge di bilancio inserita anche la proroga della Zona Franca Urbana al 2020. È la ciliegina che la Lega di Matteo Salvini e il governo mettono sulla torta fatta di provvedimenti strategici per la rinascita delle zone terremotate del Centro Italia”

Lo comunicano con “meritata soddisfazione” il senatore Paolo Arrigoni, responsabile della Lega Marche ed i parlamentari marchigiani Tullio Patassini, Giorgia Latini, Luca Paolini e Giuliano Pazzaglini a margine dell’approvazione della legge di bilancio da parte del Senato.

“Siamo riusciti ad inserire nella manovra fin da ora un provvedimento fondamentale per le attività economiche di Marche, Umbria, Lazio e Abruzzo che hanno subito danni pesantissimi” sottolinea Arrigoni ricordando come la Zona Franca Urbana preveda “la concessione di esenzioni fiscali e agevolazioni contributive ad imprese e titolari di reddito di lavoro autonomo (solo esenzioni contributive) con una riduzione del fatturato almeno pari al 25% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente. Spetterà all’Inps disciplinare entro trenta giorni dall’entrata in vigore della legge le modalità di rimborso dei contributi non dovuti dai soggetti beneficiari.

Per favorire lo sviluppo economico e commerciale delle aree terremotate sono state previste agevolazioni anche per chi intraprende entro il 31 dicembre 2019 una nuova iniziativa economica all’interno della Zona Franca Urbana: esenzione da imposte sul reddito, Irap, Imu sugli immobili produttivi, contributi previdenziali e assistenziali. Non sono ammesse le imprese che svolgono attività appartenenti alla categoria F della codifica Ateco che, alla data del 24 agosto 2016, non avevano la sede legale nei comuni del cratere.

Dall’ascolto e dal monitoraggio del territorio e su sollecitazione del commissario per la Ricostruzione Farabollini, abbiamo fornito alle aree terremotate del Centro Italia strumenti che consentano loro di fronteggiare la fase ormai discendente della straordinaria solidarietà dimostrata dagli italiani – spiega il senatore Arrigoni – Ci siamo battuti doverosamente fino all’ultimo perché riteniamo la Zona Franca Urbana un provvedimento essenziale per ricostituire quel tessuto economico che, insieme ai servizi, determinerà un’inversione di tendenza nei segnali di spopolamento che arrivano dal territorio. La Zfu completa il quadro dei provvedimenti strategici per le aree terremotate del Centro Italia previsto nella legge di bilancio, risposte fondamentali per la domanda di rinascita del territorio. La Zona Franca Urbana è l’ennesima prova che Matteo Salvini e maggioranza Lega-M5S continuano a parlare con i fatti – conclude Arrigoni – Dopo le importanti misure introdotte nel DL 55 e nel DL Genova, con questa legge di bilancio le comunità terremotate sanno che non faremo mai mancare loro ogni possibile sostegno.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti