facebook twitter rss

Fermana, gli auguri del
presidente Umberto Simoni

SERIE C - Per il numero uno societario è un anno solare ricco di soddisfazioni ed obiettivi raggiunti quello che va in archivio, con il vettore puntato verso il futuro a poter poggiare inoltre sulla solida classifica del momento
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Fermana, Umberto Simoni

FERMO – Tempo di vacanze e di riposo per la Fermana che ha terminato l’anno con una bella vittoria a Verona che ha regalato anche il terzo posto suggellando così un anno davvero di grande gioia e prestigio.

Dalla salvezza senza patemi nella nuova categoria, al Campionato in corso in cui la “Fermana delle Meraviglie” è riuscita a regalare momenti di grandissima soddisfazione e una classifica da incorniciare.

Sul finire dell’anno non poteva mancare l’augurio del presidente Umberto Simoni che rivolge a tutti il proprio auguro e un pensiero a poche ore dallo scoccare della mezzanotte:

Abbiamo terminato l’anno con una bellissima vittoria che consolida una classifica che, comunque, ci ha sempre sorriso. A nome della società Fermana faccio gli auguri a mister Destro, e al suo staff che con la sua professionalità non fa che confermarsi l’ottimo allenatore che tutti consideriamo. A tutti i nostri giocatori che sono stati encomiabili per tecnica e grinta e per l’intelligenza nell’essere uniti”.

“Al direttore generale Conti che fino adesso non ha sbagliato un acquisto e chissà che nel nuovo anno non riesco a stupirci ancora. Al responsabile dell’area tecnica Massimo Andreatini e a tutti i collaboratori che lavorano alacremente per questa società – prosegue Simoni -. Ai tifosi, Solo Fermana e il gruppo 1920, che non ci lasciano mai soli. All’amministrazione e in particolare al sindaco Calcinaro e all’assessore Scarfini che si prodigano sempre a collaborare. Agli sponsor che ci sostengono e naturalmente al patron di questo sodalizio, Maurizio Vecchiola...a tutti voi buon anno e arrivederci al 19 gennaio!”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti