facebook twitter rss

Fermana, Luca Cognigni
in prestito al Siracusa

SERIE C - L'attaccante classe 1991 passa alla compagine siciliana impegnata nel girone C di categoria. Per l'atleta un contratto sino al termine della stagione, con data 30 giugno 2019
Print Friendly, PDF & Email

FERMO – Luca Cognigni (foto) saluta temporaneamente la Fermana.

La società comunica, infatti, che l’attaccante gialloblù, classe 1991, andrà in prestito al Siracusa, nel girone C di serie C, fino al 30 giugno 2019.

Fermano doc, arrivato alla Fermana a dicembre 2017, quello di Cognigni è solo un arrivederci, com’è lui stesso a sottolineare: “Ho deciso di fare questa scelta per mettermi alla prova e magari tornare più forte di prima. Ne sentivo il bisogno per me stesso e per riuscire a dare il massimo. Ringrazio di vero cuore Fermo e la Fermana con cui è solo un arrivederci. Prendo questi mesi anche come spunto. Se sono tornato a giocare e rimasto tra i professionisti dopo l’infortunio è solo grazie a questa società a cui sarò per sempre grato”.

“Arrivano dei momenti in cui si è davanti a un bivio – spiega Cognigni – e io sento il bisogno, anzi voglio dimostrare di meritare questa categoria. Sono un fermano, da sempre tifoso gialloblù e mi sono dato troppa pressione, forse anche sbagliando, quindi ho riflettuto sul fatto che sgomberare la mente sia la scelta più giusta. Il mio cuore è e resta canarino, al di là di tutto, anzi ringrazio la tifoseria per avermi accolto con gioia e sempre sostenuto. E’ una nuova sfida che voglio affrontare anche per me stesso. Tra i ringraziamenti non posso dimenticare Walter Costi e Moreno Capancioni. Quest’ultimo mi ha rimesso in piedi dopo l’infortunio, Costi mi ha permesso di tornare a giocare. Un grazie a mister Destro e lo staff tecnico nonché ai miei compagni di squadra con cui abbiamo condiviso dei mesi bellissimi e quello che abbiamo realizzato in questa prima parte di stagione è un sogno. Gli auguro di proseguire così” conclude Luca Cognigni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti