fbpx
facebook twitter rss

IL CORDOGLIO DEL FERMANO
“Luca ha regalato amore a tutti”
il dolore di amici e pazienti
per la scomparsa del dottor Ubaldi

FERMO - In centinaia hanno raggiunto l'obitorio dell'Ospedale "Murri" di Fermo per rendere omaggio al medico. C'è anche un biglietto che la questura e la procura hanno acquisito. Una lettera che Ubaldi ha lasciato in casa prima di compiere l'estremo gesto. E dietro quelle poche righe potrebbe celarsi il motivo che ha spinto il giovane medico fermano a farla finita
Print Friendly, PDF & Email

 

 

di Andrea Braconi

Un gesto inimmaginabile e devastante: è così che amici e pazienti di Luca Ubaldi descrivono il proprio stato d’animo per la scomparsa del medico fermano che ieri, nella sua abitazione, si è tolto la vita.

In centinaia a partire dal primo pomeriggio hanno raggiunto l’obitorio dell’Ospedale “Murri” di Fermo per cercare di stringersi ai familiari. Tra questi anche il sindaco Paolo Calcinaro e l’assessore Alberto Scarfini, con il primo che poche ore dopo la morte aveva manifestato pubblicamente il suo “profondo senso di incredulità e tristezza”.

“Luca ha regalato amore a tutti” è forse la frase che più colpisce tra gli aneddoti e i ricordi di chi con lui ha condiviso un lungo percorso di vita o ha avuto il privilegio di essere aiutato per un problema di salute, “a qualsiasi ora del giorno e della notte” come ricorda una sua paziente.

Le lacrime, immancabili di fronte ad un’assenza così improvvisa e drammatica, si mescolano agli interrogativi su cosa abbia spinto il 41enne a compiere un gesto così estremo. “Era una persona incredibilmente sensibile”, “Sapevi che per te lui c’era sempre”, “Quante volte è venuto a casa per una ricetta o per capire come stavo veramente”: una lunga, quasi infinita onda fatta di memorie, che si mescola al rimpianto di non aver compreso fino in fondo il suo dolore. Aveva lavorato anche come guardia medica a Porto San Giorgio, sulla costa fermana e Montegiorgio.

E domani, venerdì 25 gennaio a partire dalle ore 15, in tanti lo saluteranno nella chiesa della “sua” Santa Petronilla. Tra questi non mancheranno i tanti medici di base e gli operatori sanitari dell’Area Vasta 4 che avevano imparato ad apprezzare non soltanto le capacità professionali di Ubaldi, ma soprattutto il suo spirito di piena collaborazione per raggiungere l’unico obiettivo possibile: la salute di chi lo amava, di chi ogni mattina si metteva in coda nel suo studio e di chi, impossibilitato a raggiungerlo, lo cercava al telefono per un consiglio. Un consiglio che, in tutti gli anni della sua esistenza, non è mai mancato. Neanche una volta.

C’è anche un biglietto che la questura e la procura hanno acquisito. Una lettera che Ubaldi ha lasciato in casa prima di compiere l’estremo gesto. E dietro quelle poche righe potrebbe celarsi il motivo che ha spinto il giovane medico fermano a farla finita. 

TRAGEDIA NEL FERMANO Giovane medico trovato morto nel suo appartamento

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X