facebook twitter rss

Galli-Palombizio il tandem che vale
il successo del San Marco Servigliano

ECCELLENZA - A nulla serve la rete di Cazzola, la Forsempronese lascia il territorio fermano sconfitta per 2-1. Per la compagine di mister Peppino Amadio classifica a quota 28, posizione pressoché equidistante dagli spareggi di sorta
Print Friendly, PDF & Email

Peppino Amadio, tecnico del San Marco Servigliano Lorese

SERVIGLIANO – Il San Marco batte la Forsempronese e continua la marcia al centro della classifica. Quota 28 punti per la compagine di mister Peppino Amadio, in una graduatoria però talmente corta che piazza praticamente in maniera pressoché equidistante le griglie spareggi, sia per il salto di categoria che per la tutela del massimo circuito regionale.

IL TABELLINO

SERVIGLIANO LORESE 2 (4-3-3): Innamorati; Bruni, Mallus, Aquino, Pompei; Iuvalè, Censori, Mancini (70’ Paglialunga); Gabaldi (66’ Gesuè), Galli (92’ Simonetti), Palombizio (89’ Simonelli). A disposizione: Ferretti, Malaigia, Del Moro, Iovannisci, Iacoponi. All. Amadio

FORSEMPRONESE 1 (4-3-3): Chiarucci; Ruiu, Gabbianelli, Patarchi (72’ Fontana), Buresta; Paradisi, Marcolini, Amadori; Pagliari (62’ Cazzola), Cecchini, Battisti. A disposizione: Sanchioni, Rosetti, Carloni, Arradi, Orsi. All. Fulgini

RETI: 13’ Galli, 48’ Palombizio, 73’ Cazzola

ARBITRO: Francesco Tassi di Ascoli Piceno; assistenti Laura Gasparini di Macerata, Emanuel Luigi Amorello di Pesaro

NOTE: Espulso al 75’ Cazzola per condotta antisportiva. Ammoniti Iuvalè, Mallus, Pagliari. Recupero +0’ + 5’

LA CRONACA

Sul fondo reso pesante dalla pioggia, in campo le due contendenti. Ad aprire le danze di giornata gli ospiti con Gabbianelli, lesto a liberarsi per il tiro ma impreciso nel cercare il bersaglio. Di contro San Marco spietata alla prima occasione utile sul tema tattico della ripartenza: passaggio illuminante in area per Galli, abile ad indovinare di precisione l’angolino. In avvio di ripresa il raddoppio, complice anche un rimbalzo anomalo all’altezza della mediana a tagliare fuori le resistenze della difesa avversaria. Gabaldi mette così la quinta alla volta di Chiarucci, estremo difensore pronto nel ribattere la conclusione dell’ex Sangiorgese, ma con una carambola tale da invitare a nozze Palombizio per il tap in.

Il neo entrato Cazzola, a 15′ dalla fine, buca poi Innamorati con una conclusione radente al palo. Sembrerebbe il trampolino di lancio per il pari pesarese ma lo stesso goleador rimedia poco dopo il rosso per un’entrata scomposta su Pompei. Fontana, in coda alla gara, costringe poi Innamorati al volo sul colpo di testa, con il numero uno di mister Peppino Amadio a salvaguardare così il successo di giornata dei suoi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti