facebook twitter rss

Il cobra Ruzzier riacciuffa il Fabriano,
il Porto Sant’Elpidio non molla un colpo

ECCELLENZA - Nel big match tra le prime due forze del campionato, i cartai giocano meglio e passano in vantaggio con Giuliacci, ma i rivieraschi trovano il pareggio con una splendida punizione dell'ex Loreto. Il Tolentino passa al comando, ma gli uomini di Mengo mantengono il terzo posto, a tre lunghezze dalla vetta
Print Friendly, PDF & Email

 

Lorenzo Smerilli, portiere classe 1999 del Porto Sant’Elpidio, oggi al debutto stagionale

 

di Leonardo Nevischi

PORTO SANT’ELPIDIO – Tra le due litiganti, il Tolentino gode. Nel big match della 20esima giornata del campionato di Eccellenza, il Fabriano Cerreto perde la vetta, mentre il Porto Sant’Elpidio sciupa l’occasione di effettuare il sorpasso.

Al Ferranti, nel confronto tra la squadra che ha ottenuto più punti in casa (22) e quella che ne ha totalizzati di più in trasferta (20) termina 1-1. Decisive le reti siglate nell’arco di tre minuti da Giuliacci per i cartai e da Ruzzier per gli elpidiensi.

IL TABELLINO

PORTO SANT’ELPIDIO 1 (4-3-1-2): Smerilli; Balestra (30’ st Ceijas), Monserrat, Nicolosi, Stortini; Frinconi, Marziali (8’ st Orazi), Palladini; Ruzzier; Cuccù (45’ D’alessandro), Adami. A disposizione: Faini, Cantarini, Raffaeli, Nahi, Del Moro, Marcantoni. All. Eddy Mengo

FABRIANO CERRETO 1 (3-5-2): Santini; Mariucci, Borgese, Cenerini; Gilardi, Bordi, Giuliacci, Benedetti, Bartolini; Gaggiotti (26’ st Baldini), Galli. A disposizione: Rossi, Berettoni, Morazzini, Bartoli, Salciccia, Montecchia. All. Renzo Tasso

RETI: 36’ st Giuliacci, 39’ st Ruzzier

ARBITRO: Davide Santoro di Pesaro; assistenti Marco Viglietta di Macerata, Luigi Domenella di Ancona

NOTE: Ammoniti Galli, Marziali, Cuccù, Cenerini, Nicolosi, Ruzzier. Corner 2-2. Recupero +1′ +4′

LA CRONACA

Prima ancora del fischio d’inizio la miglior difesa del campionato (quella dei rivieraschi con solo 9 reti incassate) perde per infortunio al ginocchio l’estremo Federico Gagliardini, fin qui sempre in campo per il Porto Sant’Elpidio insieme a Monserrat e Nicolosi. Mister Eddy Mengo schiera dunque il consueto 4-3-1-2 facendo esordire Smerilli tra i pali, rimpiazzando lo squalificato Marozzi e l’infortunato Panichelli con Marziali e avanzando Frinconi a centrocampo ed infine schierando Ruzzier alle spalle del tandem offensivo composto da Riccardo Cuccù e Gianluca Adami. Di contro, il miglior attacco del torneo (quello del Fabriano Cerreto con 31 gol all’attivo) risponde con un 3-5-2 lasciando il reparto avanzato nei piedi di Galli e Gaggiotti, tenuti a riposo nella finale di Coppa Italia di mercoledì contro il Tolentino.

La partita viene dominata per lunghi tratti dagli uomini di Renzo Tasso, ma il Porto Sant’Elpidio riesce a tenere testa alle offensive del Fabriano grazie agli interventi super di Lorenzo Smerilli, che fa di necessità virtù e si rende protagonista in diversi interventi, specialmente sul colpo di testa di Giuliacci al 19′ e a ridosso del duplice fischio quando in una frazione di secondo prima ha respinto la conclusione di Guido Galli poi ha salvato sulla ribattuta da due passi di Gaggiotti.

L’equilibrio della gara si spezza a dieci minuti dal termine, quando Galli dalla sinistra pennella per Giuliacci che sigla il vantaggio. La rete avrebbe potuto spezzare le gambe al Porto Sant’Elpidio, soprattutto per la frazione cronologica in cui è arrivata, questo non avviene, anzi gli uomini di Mengo reagisco e tre giri di lancette più tardi ristabiliscono la parità con uno splendido calcio di punizione del cobra Mattia Ruzzier.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti