facebook twitter rss

“Si intervenga su materiale rotante ed edifici”:
cinque Comuni ribadiscono
il No alle barriere antirumore

PORTO SANT'ELPIDIO - Tavolo congiunto tra gli amministratori di Porto Sant'Elpidio, Fermo, Porto San Giorgi, Pedaso e Altidona, condiviso un documento inviato a Ministero ed Rfi per chiedere soluzioni meno impatanti
Print Friendly, PDF & Email

Porto Sant’Elpidio, Fermo, Porto San Giorgio, Pedaso e Altidona. Le cittadine costiere fanno fronte comune contro le barriere ferroviarie. Si sono trovati stamattina alla sala giunta elpidiense gli amministratori delle 5 municipalità,  per condividere esperienze e strategie da adottare in merito al progetto di barriere antirumore di RFI. Dall’incontro è emersa la volontà delle Amministrazioni coinvolte di fare squadra per trovare una soluzione alternativa alla proposta della Rete ferroviaria italiana, considerata “impattante a livello paesaggistico (le barriere tolgono visibilità alla spiaggia) ma anche dal punto di vista della salubrità dell’aria (visto che si impedirebbe il riciclo dell’aria) aggravando l’inquinamento ambientale dovuto anche alla vicinanza con la statale e l’autostrada.

Al termine dell’incontro le cinque amministrazioni comunali hanno deciso di redigere un documento congiunto sulla scia di quello proposto dai comuni di Ancona e di Falconara Marittima indirizzato al Ministero e a RFI e contenente la richiesta di revisione del progetto con soluzioni meno impattanti che contemplino primariamente il miglioramento della fonte del rumore mediante interventi sul materiale rotante ed interventi di insonorizzazione sugli edifici interessati. La richiesta dei Comuni è anche quella di effettuare preventivamente e non successivamente le misurazioni sull’inquinamento acustico che attualmente ancora non sono state rilevate e che sicuramente aiuterebbero anche ad elaborare una soluzione progettuale diversa e più idonea rispetto a quella prospettata.

Visto che la questione interessa molti comuni costieri, il Sindaco Nazareno Franchellucci conviene insieme agli altri sindaci dei territori interessati di chiedere supporto all’Anci Marche. Franchellucci ha sentito il rpesidente Maurizio Mangialardi che ha assicurato piena disponibilità.. Al tavolo c’erano, oltre a Franchellucci e al suo vice, Daniele Stacchietti, il sindaco sangiorgese Nicola Loira con l’assessore Massimo Silvestrini, gli assessori ai lavori pubblici e viabilità di Fermo Ingrid Luciani e Mauro Torresi con il geometra Fabrizio Rucci.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X