facebook twitter rss

Guido Tassotti nuovo presidente
dell’Assocuochi di Fermo

FERMANO - Il nuovo presidente: "Dobbiamo avvicinare i giovani nelle scuole alberghiere e disilluderli di quanto giornalmente è loro inculcato dalle varie televisioni con show di tutti i generi". Il nuovo consiglio direttivo: Fabrizio Bastarelli, Matia Cugnigni, Cesare Giaimo, Sandro Sgariglia, Giampiero Giammarini e Cristian Losi
Print Friendly, PDF & Email

Il nuovo direttivo Assocuochi

Guido Tassotti, direttore dell’hotel Astoria di Fermo, è il nuovo presidente dell’Associazione Cuochi della provincia di Fermo. Raccoglie l’eredità del senatore a Vita Fic (Federazione Italiana Cuochi), Alessandro Pazzaglia che ha voluto fare un passo indietro, dopo quaranta anni di vita associativa a livello locale, regionale e nazionale.

“L’elezione, all’unanimità, sancito dall’applauso convinto dei soci presenti – fanno sapere dalla sigla dei cuochi – è avvenuta nei giorni scorsi, presso l’antica Osteria Orsolina di Fermo, dove al termine dei lavori c’è stato il momento conviviale per il quale lo chef Mauro Donati ha presentato un menu dedicato al Brodetto dell’Adriatico”.

”Oggi per me è arrivato il momento di passare la mano. L’associazione – le parole del past president Pazzaglia dopo aver ripercorso i quaranta anni di vita associativa, non senza un pizzico di commozione – ha necessità di forze nuove. Auspico che il presidente che mi sostituirà e il nuovo consiglio proseguano nella strada tracciata in tanti anni. Lasciamo un’Associazione in salute sotto tutti i punti di vista. Chiedo al nuovo direttivo di non perdere mai di vista i momenti conviviali che ci hanno consentito di tenere vicini soci e quanti ci hanno da sempre sostenuto”.

“Raccogliere l’eredità che ci lascia il presidente Pazzaglia – ha detto il presidente neo eletto – presuppone un briciolo di temerarietà. Dobbiamo avvicinare i giovani alle scuole alberghiere e disilluderli di quanto giornalmente è loro inculcato dalle varie televisioni con show di tutti i generi. La nostra professione non va spettacolarizzata, ma portata avanti con la professionalità necessaria a farla crescere. Rimaniamo, pertanto, con i piedi per terra, rivolgendo un invito alle giovani generazioni, invitandole a dare valore alle eccellenze del territorio”. Del nuovo consiglio direttivo, anche loro eletti all’unanimità, fanno parte Fabrizio Bastarelli, Matia Cugnigni, Cesare Giaimo, Sandro Sgariglia, Giampiero Giammarini e Cristian Losi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti