facebook twitter rss

Affinché la disabilità non sia ostacolo allo sport, ecco il progetto “Anche noi in campo”

PETRITOLI - "Anche noi in campo, un calcio alle barriere" vuole mettere al centro della vita dei giovani con disabilità le emozioni dello sport e l'acquisizione di schemi motori di base
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Una iniziativa promossa dalla asd Petritoli Calcio 1960 rivolta a ragazzi e ragazze dagli 8 anni in su, diversamente abili affetti da disabilità cognitiva, intellettiva, motoria, residenti nel territorio comunale petritolese. Ma il respiro del progetto è più ampio. Si chiama “Anche noi in Campo” e coinvolge assessorati ai Servizi Sociali delle amministrazioni comunali, provinciali e regionali, l’Asur, senza tralasciale gli insegnanti di sostegno degli istituti scolastici comprensivi, fino ad arrivare alle famiglie con ragazzi disabili.

Si rivolge a Obiettivi del progetto sono: attivare il proprio corpo stimolando schemi motori di base; effettuare esercizi utilizzando anche attrezzi e strumenti specifici, svolgere partite tra ragazzi per consolidare e affinare gli schemi motori e i gesti tecnici di base appresi. Del team che seguirà i ragazzi faranno parte uno psicologo, un educatore, un allenatore tecnico, un podologo, un insegnante di scienze motorie, e un volontario. L’Amministrazione comunale metterà a disposizione le sedi per svolgere le attività come il palazzetto dello sport, il campo da calcio, quello sintetico, la palestra ed altre qualora fosse necessario.
La presentazione ufficiale avverrà sabato 16 febbraio alle 11 nella sala Consiliare del Comune di Petritoli dove saranno presenti oltre agli amministratori petritolesi e i vertici dell’associazione sportiva anche anche rappresentanti del Coni e dell’Asur.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X