facebook twitter rss

Fermana-Gubbio, le
voci dalla sala stampa

SERIE C - Un lucido e razionale mister Flavio Destro ed un amareggiato Edoardo Scrosta commentano il blitz eugubino al Recchioni. Di ovvio umore opposto il tecnico ospite Giuseppe Galderisi
Print Friendly, PDF & Email

Mister Flavio Destro a fine partita

di Paolo Gaudenzi 

 

FERMO – “Non è stata una partita fatta bene da parte nostra – l’esordio deciso ed onesto in sala stampa di mister Flavio Destro – bisogna essere realisti, la mia squadra è stata troppo frettolosa nel giocare la palla. Merito anche degli avversari, certo. I tifosi hanno visto una brutta partita e giustamente si sono lamentati. Purtroppo stiamo vivendo un momento di difficoltà. Dobbiamo dunque capire cosa non è andato dal punto di vista mentale. Le sostituzioni? Iotti stava male, Urbinati ammonito ed era a rischio, Giandonato troppo schermato da parte del Gubbio quindi ho cercato di apportare qualche correttivo. Quando prendiamo gol c’è sempre colpa e demerito da parte nostra – ha precisato il trainer -, come a Bolzano, anche stasera ecco un altro episodio su palla ferma a punirci. Un allenatore deve quindi riflettere sugli aspetti che non vanno. Il contatto Lupoli – Piccini? Come sapete non parlo mai degli arbitri, molto onestamente rimarco che la gara non è stata positiva da parte nostra, la colpa è mia come responsabile tecnico. I nuovi, come tutti, potevano fare qualcosa di più, ma è chiaro che hanno bisogno di tempo per inserirsi al meglio”.

Il tecnico del Gubbio, Giuseppe Galderisi

Abbiamo vinto la partita correggendo gli errori commessi sabato scorso, che hanno spianato la vittoria all’Imolese – le parole del tecnico ospite, Giuseppe Galderisi -. Ecco quindi oggi a gestire i momenti chiave della partita, ritrovando le nostre certezze a rappresentare la base di un calcio proposito ed attento alla fase di non possesso palla. La squadra è sempre stata solida, nel recente passato è stata solo battuta a causa di qualche errore singolo o da episodi sfavorevoli. Siamo invece riusciti ad avere la meglio questa sera, ed è dunque un tonico passo in avanti da parte nostra. Tutto ciò al cospetto di una squadra compatta e precisa come la Fermana, come ben noto in questo torneo, del tutto ostica da affrontare, sopratutto in casa”.

Il difensore canarino Edoardo Scrosta

“Si tratta di una sconfitta decisa da un episodio, come purtroppo tipico nell’ultimo periodo – il laconico commento del difensore Edoardo Scrosta -. Anche io penso che, sulla contestazione, abbiano ragione i tifosi: se perdi in casa è ovvio che alla piazza non fa piacere. Ma gli stessi sostenitori possono e devono star sicuri che a tutto lo spogliatoio è noto qual è l’obiettivo, che certamente raggiungeremo. Abbiamo provato ad affrontare il Gubbio nel miglior modo possibile, a conti  fatti gli ospiti hanno fatto un tiro ed hanno ottenuto la rete da tre punti. Come ripeto si tratta di un periodo caratterizzato da sconfitte frutto di episodi, e questo aspetto fa incavolare il doppio. Adesso sta a noi trasformare la rabbia in qualcosa di utile alla causa già a partire dalla trasferta di Vicenza per poi ripeterci con l’arrivo del Pordenone. Non sarà facile, ma tutto nel calcio come nella vita è possibile”.

 

Articolo correlato:

Fermana, preoccupante ko interno con contestazione


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti