facebook twitter rss

Dai vertici del concertismo mondiale a Fermo: Alexander Ullman e il suo pianoforte

FERMO - Haydn, Beethoven (Sonata “Appassionata”), Liszt e Schubert gli autori in programma per un concerto che galvanizzerà il pubblico e che si concluderà con l’esecuzione di due travolgenti Rapsodie ungheresi, una di Schubert e una di Liszt
Print Friendly, PDF & Email

Ancora una figura ai vertici del concertismo mondiale sarà di scena domenica 17 febbraio a Fermo, alle ore 17 nell’auditorium Billè.

Si tratta del pianista Alexander Ullman che ha vinto, tra gli altri, il prestigioso Concorso Internazionale “Franz Liszt” di Utrecht.

Haydn, Beethoven (Sonata “Appassionata”), Liszt e Schubert gli autori in programma per un concerto che galvanizzerà il pubblico e che si concluderà con l’esecuzione di due travolgenti Rapsodie ungheresi, una di Schubert e una di Liszt.

Ullman si esibisce regolarmente in tutto il mondo. Nel corso dell’ultimo anno si è esibito alla Wigmore Hall, ha tenuto recital alla Perth Concert Hall, per le stagioni concertistiche a Nottingham e per l’Arts Oxford International Piano e ha inoltre debuttato con la Royal Philharmonic Orchestra e la Manchester. Ha effettuato tournée in Argentina, Colombia e Cina e partecipato al Festival Chopin di Maiorca. Ha tenuto concerti in tutta Europa, Asia e America.

Il 21 ottobre 2017 Alexander Ullman si aggiudica il primo premio al Concorso Internazionale Liszt di Utrecht. Il premio gli viene consegnato nella sala principale del TivoliVredenburg. Immediatamente dopo la vittoria al Concorso, ha effettuato un tour nei Paesi Bassi, debuttando alla Concertgebouw di Amsterdam con la Netherlands Radio Philharmonic Orchestra diretta da Markus Stenz. Come parte del programma di sostegno offertogli dal Concorso Liszt, Alexander ha potuto contare su molti impegni di rilievo, tra i quali spiccano l’esibizione come solista con la Korean Symphony Orchestra presso il Seoul Arts Center, quella con la Rotterdam Philharmonic Orchestra e con la Norwegian Radio Symphony Orchestra alla Oslo Konserthus, e recital in oltre 30 paesi tra cui Austria, Paesi Baltici, Brasile, Belgio, Cina, Colombia, Ecuador, Francia, Germania, Hong Kong, Ungheria, Indonesia, Paesi Bassi, Norvegia, Russia, Stati Uniti, Sud Africa, Corea del Sud, Spagna e Svizzera. Ha inoltre registrato il suo primo CD con l’etichetta Rubicon. Nato nel 1991 a Londra, Alexander ha studiato alla Purcell School, al Curtis Institute of Music di Philadelphia e al Royal College of Music, completando il Diploma nel 2017 grazie ad una borsa di studio del Benjamin Britten Piano Fellow assegnatagli dalla Philip Loubser Foundation. Nel 2014 è stato selezionato in Inghilterra dal Young Classical Artists Trust (YCAT). Nel corso dell’ultimo anno Alexander si è esibito alla Wigmore Hall, ha tenuto recital alla Perth Concert Hall, per le stagioni concertistiche a Nottingham e per l’Arts Oxford International Piano e ha inoltre debuttato con la Royal Philharmonic Orchestra e la Manchester Camerata. Ha inoltre effettuato tournée in Argentina, Colombia e Cina e partecipato al Festival Chopin di Maiorca. Alexander ha tenuto concerti in tutta Europa, Asia e America. Tra i suoi recital principali ricordiamo quello alla Gewandhaus di Lipsia, al Festspiele Mecklenburg di Copenaghen, all’Archive Nationales di Parigi, allo Shanghai Oriental Arts Center, al Pechino NCPA e al La Jolla Arts Festival in California.

Ha suonato con la Montréal Symphony Orchestra, la Philadelphia Orchestra al Mann Centre, la New Jersey e la Fort Worth Symphony Orchestra, la Oxford Philharmonic, la Southbank Sinfonia, la Cardiff Philharmonic, la Danubia e la Budapest Radio Orchestra. Suoi recital sono stati trasmessi da BBC Radio 3, Radio 4 Paesi Bassi, Radio France e MDR Classic. Alexander ha vinto numerosi premi tra i quali, nel 2011, il Primo Premio al Concorso Liszt di Budapest.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti