facebook twitter rss

LA REPLICA
Primo Maggio, Sebastiani: “Marchio registrato per tutelarlo, l’assessore ha voluto un restyling”

PORTO SANT'ELPIDIO - "L'assessore Elena Amurri mi ha chiamato al telefono - racconta la Sebastiani -  e mi ha detto che insieme alla giunta avevano deciso di fare un restyling proprio come avviene con i marchi importanti, ricordo che mi ha citato la Ferrari"
giovedì 21 Febbraio 2019 - Ore 11:19
Print Friendly, PDF & Email

di Paolo Paoletti

“Che notizia è questa? Io ho registrato il marchio del Primo Maggio, che non è di proprietà del Comune, nel giugno 2018, per proteggerlo e tenerlo al sicuro.  L’ho messo immediatamente a disposizione dell’amministrazione di cui faccio parte. C’è anche una mail scritta che lo dice. Non solo ho dato la disponibilità ad usare il marchio, mi avrebbe anche fatto piacere che venisse scelto per rappresentare anche questa edizione 2019”. Inizia così la replica della presidente del consiglio comunale di Porto Sant’Elpidio Milena Sebastiani alla notizia della pubblicazione del marchio della festa del Primo Maggio a suo nome e alla decisione dell’amministrazione di creare un logo ex novo.

“L’assessore Elena Amurri mi ha chiamato al telefono – racconta la Sebastiani –  e mi ha detto che insieme alla giunta avevano deciso di fare un restyling proprio come avviene con i marchi importanti, ricordo che mi ha citato la Ferrari. Questa è stata la motivazione”.

La presidente del consiglio va oltre e spiega: “Ricordo ancora quando avevo ideato i concerti e li avevamo chiamati ‘Aspettando il Primo Maggio’. All’epoca un Comune di una città abruzzese voleva denunciarmi perché quel nome era registrato e da qui abbiamo cambiato tutto in ‘Anteprima Primo Maggio’. Questo è un solo esempio per far capire l’importanza della registrazione”.

In merito alle dinamiche interne all’organizzazione dell’edizione 2019 di uno degli appuntamenti simbolo della città la Sebastiani sottolinea: “Sono stata contattata dal sindaco e dalla giunta perché  inizialmente si voleva incaricare l’associazione 1.5 Eventi, creata ad hoc per organizzare il Primo Maggio, tanto che ne porta pure il nome, per affiancare il Comune all’organizzazione dell’appuntamento, insieme ad una direzione artistica affidata a me. Questo lo avevo accettato di buon grado. Però poi la giunta e la maggioranza, di cui non ci dimentichiamo faccio parte, ha deciso di fare un bando. Decisione che rispetto, da presidente del consiglio,  perché voglio bene a Porto Sant’Elpidio e al Primo Maggio. Mi auguro che l’evento realizzato da tante associazioni insieme, così come voluto quest’anno, sia migliore di quello che ho fatto io in questi 11 anni se ci contiamo anche il 2008, quando ho collaborato con Stefano Mattei che porto nel cuore, ideatore del Primo Maggio a cui ho sempre dedicato un momento di riconoscimento.  Ho detto sia al sindaco che all’assessore che sono a disposizione per qualsiasi cosa”.

 

Colpo di scena sul Primo Maggio, la Sebastiani registra il marchio:l’amministrazione decide di crearne uno nuovo


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page





Gli articoli più letti


X