facebook twitter rss

La Lega stronca le promesse sulle scogliere: “Non si realizzeranno mai”

PORTO SANT'ELPIDIO - Il consigliere Famiglini pessimista:"Come si può credere che venga realizzata un'opera quando si promettono 4 milioni sui 30 che servono?" Lucentini attacca: "Hanno iniziato la campagna elettorale per le Regionali, ma saranno spazzati via"
Print Friendly, PDF & Email

“La Lega di Porto Sant’Elpidio non ci sta. La sintesi di quanto detto al Consiglio comunale aperto del 23 febbraio non c’è stata”. Nessun motivo di soddisfazione, secondo il Carroccio, per gli esiti della seduta sull’erosione costiera di sabato scorso a Porto Sant’Elpidio. “Dopo aver atteso invano l’arrivo e la parola di impegno del presidente della Regione Ceriscioli e dopo aver ascoltato il sindaco Franchellucci, che si è profuso in una singolare perorazione in difesa del proprio operato senza nulla promettere, il pubblico presente è uscito senza sapere cosa lo attende” nota il capogruppo della Lega in città Giorgio Famiglini. “Lo attende di dover pagare i 26 milioni di euro che restano oltre ai 4 pagati dalla Regione. E non solo: i lavori inizieranno tra due anni (2021), termineranno tra otto (2027) e nel frattempo la città sarà invasa dall’acqua”.

Secondo Famiglini, “i balneari, convinti che le scogliere emerse possano risolvere il problema dell’erosione, sperano di non dover subire ciò che hanno subito i calzaturieri, che certamente non sono stati risarciti. Gli altri, rimasti a casa o al lavoro perché consapevoli che non avrebbero ricevuto risposte, dovranno accontentarsi di non veder realizzata alcuna scogliera e vedranno le loro case portate via dall’acqua. Questa è la verità: dove si prenderanno 26 milioni di euro? E’ impossibile che il Comune possa vedersi concedere un prestito così ingente (che in ogni caso sarebbe comunque pagato dai contribuenti). La Regione invece ha detto che darà solo 4 milioni”.

Il consigliere leghista rincara la dose: “Una signora tra il pubblico, l’unica probabilmente disposta a non farsi prendere in giro, ad un certo punto ha chiesto a quelli vicino: ma ho sentito bene? Vogliono fare dei lavori che iniziano tra due anni e terminano tra otto e del costo di 30 milioni di euro? Si, gentile signora, ha sentito perfettamente; 26 milioni di euro non ci sono e quindi le scogliere emerse non saranno realizzate. Nè le emerse, nè le soffolte, non sarà realizzato niente perché non ci sono i soldi. D’altronde anche il Sindaco Franchellucci non ha detto che saranno realizzate. Grazie per l’ennesima derisione. Ma poi, come ha detto Enrica Ciarrocchi nell’intervento, dopo tutti i soldi spesi inutilmente, come faccio ancora a credervi?”

Sulla questione interviene anche il commissario provinciale della Lega Mauro Lucentini, impossibilitato a presenziare sabato mattina per un altro impegno concomitante. “Mi sembra che quello avvenuto al Consiglio comunale aperto sia stto un goffo tentativo di iniziare la campagna elettorale. Ma si ritorcerà contro chi ci ha provato, perchè si aggiunge ai danni già fatti da questa giunta regionale. Tra poco più di un anno i cittadini li spazzeranno via”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X