facebook twitter rss

Scala, manto da calcetto e riapertura chiesa, obiettivi a breve termine con fondi del Governo e per il sisma

MONTAPPONE - Stabilita l'agenda dei lavori pubblici che da qui ai prossimi mesi verranno completati nel comune del distretto del cappello
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Completare la ristrutturazione e riqualificazione della piazza nella parte alta del paese, svolta qualche anno fa grazie ai contributi del Gal Fermano. Ecco l’obiettivo dell’Amministrazione comunale di Montappone per sfruttare il contributo di 40 mila euro stanziato dal Governo per i Comuni con popolazione fino a 2000 abitanti. “Nello specifico – spiega il sindaco Mauro Ferranti – interverremo sulla scala situata vicino alla chiesa che si trova sul perimetro della piazza e che conduce alla passeggiata sul belvedere. Una scala che necessita senza alcun dubbio un intervento sia di ripulitura che di riqualificazione strutturale.

Unitamente a questo intervento sarà rifatta la pavimentazione attigua alla scala stessa verso la chiesa e la piazza del paese”. Non è l’unico obiettivo nell’ambito dei lavori pubblici: entro il mese di marzo, salvo problemi legati al maltempo, inizieranno i lavori per dare un nuovo manto sintetico al campo da calcetto del centro sportivo Europa, adiacente al polo scolastico.

“Ciò grazie al contributo economico ottenuto partecipando ad un bando del Comitato Sisma Italia. Il progetto è stato presentato lo scorso anno, – racconta Mauro Ferranti – ma non era stato finanziato. Dopo un impegno di interlocuzione siamo rientrati nel finanziamento. Abbiamo ottenuto 24 mila euro sui 42 mila richiesti, ai quali abbiamo aggiunto altri 4 mila. Andranno, come detto, per la realizzazione del nuovo manto di un campetto molto utilizzato non solo dagli abitanti di Montappone ma dell’intera zona circostante. Un lavoro che prosegue nel solco iniziato 5 anni fa con il rinnovamento del manto del campetto polifunzionale dove si gioca sia a tennis che a calcetto”. Al fine di aiutare le popolazioni di Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo colpite dagli eventi sismici del 2016, infatti, è stato costituito il Comitato Sisma Centro Italia. Tramite un fondo costituito da donazioni di lavoratori e imprese, finanzia progetti per migliorare servizi alle persone.

“Infine – ricorda il sindaco di Montappone – non manca molto per la riapertura della chiesa di Santa Maria e San Giorgio nei pressi di piazza Roma, dove gli operai addetti si stanno occupando delle ultime rifiniture. Ora interloquiremo con la Curia ed il vescovo Rocco Pennacchio per organizzarne la cerimonia di riapertura”. I lavori di messa in sicurezza della chiesa inagibile a seguito del sisma erano stati sbloccati nel 2017 con l’ordinanza 23 a firma del commissario per la ricostruzione, Vasco Errani, che definiva “i criteri del primo programma di interventi edili per garantire la continuità dell’esercizio di culto”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti