facebook twitter rss

Il mestiere più pericoloso? La casalinga
L’Anmil presenta i dati sugli infortuni

FERMO - "Faccende pericolose" è uno studio volto ad approfondire sia una valutazione dei cambiamenti che ha subito l’assicurazione casalinghe sia ad offrire un’analisi dei dati sugli infortuni al femminile in generale. La presentazione giovedì mattina al Teatro dell'Aquila
Print Friendly, PDF & Email

Giovedì 7 marzo, alle ore 11 nella Sala Rollina del Teatro dell’Aquila di Fermo, Anmil presenta “Faccende pericolose”, uno studio volto ad approfondire sia una valutazione dei cambiamenti che ha subito l’assicurazione casalinghe sia ad offrire un’analisi dei dati sugli infortuni al femminile in generale e, in particolare, quelli legati all’ambito familiare e domestico.

Oltre al presidente territoriale Anmil Gabriele Coccia e alle componenti del Gruppo Donne partecipano all’evento: il sindaco del Comune di Fermo Paolo Calcinaro, il responsabile della sede Inail di Fermo Claudio Esposito, la responsabile socio assistenziale della sede Inail di Fermo Michela Ballini, la responsabile del Servizio Prevenzione e Sicurezza Ambienti di Lavoro dell’Area Vasta 4 Maria Antonietta Sollini.

La realizzazione di tale ricerca è frutto di una proposta del Gruppo Donne Anmil per le Politiche Femminili che, in occasione della Giornata della Donna, ogni anno promuove un’iniziativa differente per richiamare l’attenzione sul mondo del lavoro femminile, sulla tutela prevista per le donne che si infortunano o rimangono invalide per aver contratto una malattia professionale a causa dell’attività lavorativa, compresa quella svolta negli ambienti domestici o familiari.

I principali risultati dello studio sono stati pubblicati in un accattivante opuscolo animato dalle originali vignette del giovanissimo e talentuoso Michele Russo, che verrà distribuito nelle scuole per sensibilizzare i giovani sul tema degli incidenti in ambito domestico.

Infatti ogni anno, in Italia, si verificano in totale oltre 3 milioni di infortuni domestici e secondo la più recente rilevazione Istat (2017) e se sono 7 milioni 338mila le donne che si dichiarano casalinghe nel nostro Paese, tra di esse sono circa 600.000 quelle coinvolte in un incidente avvenuto tra le mura di casa.

Dunque, lo studio curato dall’Anmil accende i riflettori su importanti aspetti legati ai rischi e agli infortuni in ambito domestico, un tema che in ottica femminile abbiamo voluto mettere in luce per richiamare l’attenzione sulle modifiche recentemente apportate dalla Legge di bilancio 2019 alla normativa che nel 1999 ha istituito l’assicurazione contro gli infortuni domestici, migliorandola profondamente, e di cui si parlerà avendo recepito il legislatore gran parte delle nostre richieste.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti