facebook twitter rss

M&G Videx implacabile
sulla Pag Taviano

SERIE A2 - La compagine di coach Ortenzi è apparsa sicura, ordinata, incisiva in tutti i fondamentali ed agguerrita in difesa. Finalmente si è rivista la squadra dei bei tempi. Finisce con il rotondo 3-0
Print Friendly, PDF & Email

GROTTAZZOLINA – La decima giornata di ritorno del girone Blu del campionato di pallavolo maschile di Serie A2 Credem Banca pone di fronte una Videx uscita vincente dal confronto con Elios Messaggerie Catania, e la Pag Taviano, squadra per nulla “scontata” la cui posizione nei bassifondi della classifica non le rende certamente giustizia.

Contro gli atleti di Gulinelli, l’obiettivo dichiarato della formazione di casa è dunque quello di provare a replicare il gioco lucido e volitivo visto a Catania, mentre di contro il Taviano sale nelle Marche con l’intento di mettere in cassaforte punti pesanti nell’ottica della conquista di uno dei piazzamenti utili a restare in A2 ed evitare di far parte da subito delle compagini che formeranno la costituenda Serie A3.

In campo – Coach Gulinelli, costretto a rinunciare a Bencz, si affida in regia a Dimitrov, palleggiatore della nazionale bulgara che oggi vede in tribuna il suo compagno Sokolov (campione della Lube Volley Civitanova) ad osservarlo, opposto a Caci; Astarita in diagonale con Cernic da posto quattro, Bonola e Smiriglia al centro, con Bisci libero. Ortenzi risponde con la diagonale Marchiani – Sequeira, Vecchi (in dubbio fino alla vigilia per un fastidioso virus) in banda in coppia con Centelles, Gaspari e Cubito al centro e Romiti a dirigere le operazioni di seconda linea.

IL TABELLINO

M&G VIDEX GROTTAZZOLINA 3: Cubito 9, Vecchi 10, Centelles 11, Gaspari 4, Sequeira 23, Romiti (L1) 60% prf 40%, Marchiani, Pulcini, Minnoni. N.e.: Calarco, Di Bonaventura, Vallese (L2). All. Ortenzi, vicePison

PAG TAVIANO 0: Dimitrov 4, Astarita 9, Baldari 1, Bonola 3, Caci 11, Smiriglia 5, Cernic 7, Bisci (L1) 47% prf 42%, Lugli, N.e.: Bencz, Meleddu. All. Gulinelli, vice Congedi

ARBITRI: Verrascina e Bellini

PARZIALI: 25-15 (22’), 25-17 (26’), 25-19 (27’)

LA CRONACA

Nel primo set la Videx parte bene e si porta subito in vantaggio, anche approfittando di una serie di errori della squadra ospite che si mostra incerta su tutti i fondamentali. Sull’attacco vincente di Sequeira, che conduce il punteggio a 7-3, Gulinelli richiama i giocatori in panchina. Lo stop del Taviano però non è sufficiente a riordinare la squadra leccese che al rientro in campo continua a commettere troppi errori, soprattutto al servizio, tanto che sul 13-7 Gulinelli cambia Astarita con Baldari. Di contro la Videx non concede nulla, in particolar modo in difesa e sul punteggio di 15-8 Gulinelli chiama di nuovo time-out. Alla ripresa è ancora la Videx a condurre il gioco, con un Sequeira dilagante al servizio e in attacco ed è proprio lui a chiudere il parziale con un lungolinea imprendibile.

Il secondo parziale prosegue sulla scia del primo, con una Videx praticamente perfetta in difesa e molto incisiva al servizio: Vecchi segna l’ace del 7-2 e Gulinelli si trova costretto a fermare subito il gioco. Il Taviano riprende fiato e al rientro sul taraflex si fa vedere con Cernic e Caci in attacco, recuperando in parte lo svantaggio e portandosi a -2. La Videx non si lascia intimorire e continua la sua partita finora perfetta su tutti i fronti con un Marchiani impeccabile che dirige in maniera egregia tutti i giocatori in campo. Sequeira oltre a mettere a terra le palle decisive, sia in parallela che in diagonale, mette a segno il suo secondo ace (19-13). Il Taviano tenta di arginare il dilagare della Videx e si fa vedere con qualche muro vincente su Sequeira e Vecchi ma i giocatori di casa non hanno difficoltà a chiudere il set (25-17).

Nel terzo set il Taviano comincia con una nuova verve e un gioco più convincente: si fanno notare in particolare Astarita e Caci, anche dalla seconda linea. La Videx non demorde né a muro né in difesa, tirando su anche palle difficili: recupera lo svantaggio iniziale e punto su punto si porta prima in situazione di parità grazie al muro di Centelles su Caci e subito dopo in vantaggio con muro di Cubito su Astarita (13-12). Gulinelli chiama time-out ma la situazione al rientro è la stessa: la Videx ha preso le misure a muro e l’ace di Sequeira costringe nuovamente il coach di Taviano a fermare il gioco (17-13). La partita riprende ma è sempre la Videx ad avere la meglio sull’avversario. Gulinelli prova a girare i giocatori in campo ma Marchiani disorienta completamente l’avversario servendo palle perfette agli attaccanti: ne approfittano Vecchi con una parallela fortissima da posto due, Cubito in veloce e Hiroshi di mano che chiude il set a 25-19.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti