facebook twitter rss

Un anno di differenziata per arrivare a 81%, Strovegli: “Soddisfatti del risultato”

PONZANO DI FERMO - Il sindaco: "Poco diffuso il fenomeno degli abbandoni illeciti, ma sanzioneremo i responsabili." Servizio operato in sinergia con Monte Giberto
Print Friendly, PDF & Email

di Alessandro Giacopetti

Era il 22 febbraio 2018 quando i comuni di Ponzano di Fermo e di Monte Giberto hanno unito le forze per effettuare il servizio di raccolta differenziata nel loro territorio. “Per ottimizzare costi e benefici – fa sapere Fabio Strovegli, sindaco di Ponzano – per questo siamo partiti un anno fa assieme a Monte Giberto. Dopo una analisi del territorio abbiamo optato per una doppia modalità. Porta-a-porta spinto a Ponzano centro e a Capparuccia, mentre nella frazione di Torchiaro abbiamo una postazione ecologica informatizzata. In pratica si tratta di grandi cassonetti videosorvegliati che si aprono quando il residente striscia la tessera di cui è in possesso. Previamente erano stati organizzati incontri in collaborazione con la ditta Soeco per spiegare alla popolazione cosa sarebbe cambiato.

Già da febbraio 2018, quindi,è stata raggiunto il tetto del 70% di differenziata e la ditta ha dialogato con i cittadini, soprattutto nei primi mesi, affinché venisse compreso bene il meccanismo. Ora – afferma il sindaco – siamo sopra all’81% di media nei primi mesi dell’anno 2019.

Certo, anche Ponzano come altri comuni ha il problema dell’abbandono dei rifiuti soprattutto lungo i tratti di strada provinciale – spiega il sindaco – ma fortunatamente non è così frequente. Aumenta, ad esempio, in corrispondenza della partenza del servizio di porta-a-porta in comuni limitrofi. Per debellare il fenomeno, quando è possibile risalire ai responsabili delle infrazioni, li multiamo”. Sindaco che conclude il discorso, anticipando: “Non sono previsti rincari per la Tari in corrispondenza del rinnovo del bando, anzi il costo dovrebbe abbassarsi, anche se di poco”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti