facebook twitter rss

Nel campionato Prestige il
rombo dei motori Red Racing

MOTOCROSS - Domenica scorsa, sul tracciato del "Tittoni" di Cingoli ed in tandem con il Caparvi Racing, ecco le prove dei ragazzi del team manager Giampiero Scaloni quali Alessio Zaccaro e Gianfranco Mattara, con Pier Filippo Bertuzzo purtroppo costretto al ritiro anticipato per il riacutizzarsi del problema alla clavicola
Print Friendly, PDF & Email

 

di Paolo Gaudenzi

FERMO – Domenica scorsa, 17 marzo, al crossodromo “Tittoni” di Cingoli (MC) è andata in scena la prima gara del Campionato Italiano Prestige, competizione arricchita dall’inserimento al suo interno della categoria 300 centimetrici cubici a due tempi.

Il Team Red Racing, in tandem con il Caparvi Racing, al relativo cancelletto di partenza si è presentato con tre piloti: Alessio Zaccaro, Gianfranco Mattara e Pier Filippo Bertuzzo. Considerando la nutrita affluenza di partecipanti, il blocco dei concorrenti è stato diviso in due tronconi di gara, con un gruppo “A” composto dai migliori quaranta piloti (decretati tali in base alle performance delle prove libere) ed uno “B”, con i restanti quaranta.

Prove libere del sabato mattina, appunto, che all’atto pratico per i fermani si sono avviate tutt’altro che sotto felici auspici: Bertuzzo, al rientro da un infortunio, accusava subito un dolore alla clavicola da poco operata che lo costringeva quindi al ritiro immediato.

Andando invece nel merito di quanto dibattuto sul tracciato maceratese ecco Alessio Zaccaro, fuori di poco dal gruppo “A” (per questione di centesimi) in gioco quindi nella prima batteria “B” del pomeriggio. Partenza non particolarmente spumeggiante, recuperata però fino ad un’ottava piazza conclusiva, posizione mantenuta anche nelle successive sfide domenicali.

Gianfranco Mattara, in sella alle moto del gruppo “A”, prendeva invece parte alla bagarre della domenica. Nella prima batteria partiva a centro gruppo con la piccola Yamaha 250 a due tempi per essere purtroppo risucchiato, poco dopo, all’interno di una caduta collettiva. Rientrava quindi forzato nella pit lane per la pronta assistenza del Caparvi Racing, con lo staff in grado di ripristinare la moto con un solo giro di ritardo dal blocco di gara, per una chiusura gagliarda della prova tanto da maturare il quinto posto nella categoria a due tempi.

Nella seconda batteria si palesava lo stesso sfortunato copione della prima. Ripartendo dall’ultima posizione ecco però la scalata sino alla ventiquattresima assoluta, terza per la classificazione a due tempi, e chiudendo quarto assoluto di giornata: dunque, appena fuori dalla nobile fascia a valere il podio.

Nel mentre a Rignano Flaminio, provincia di Roma, andava in scena la prima prova del Campionato Regionale Lazio Fmi, dove i colori del Red Racing venivano difesi da Giacomo Giammaria, nella categoria MX1 Expert, tanto da salire sul secondo gradino del podio.

 

 

Fotogallery

I piloti Red Racing durante la gara andata in onda domenica scorsa sul tracciato di Cingoli


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti