facebook twitter rss

“In piazza per l’Europa”, il Comune
aderisce ed espone
la bandiera con le 12 stelle

PORTO SAN GIORGIO - La giunta invita le associazioni culturali e di rappresentanza e tutti i cittadini e le cittadine ad esporre il simbolo degli ideali di unità, solidarietà e armonia tra i popoli d’Europa
Print Friendly, PDF & Email

Bandiera dell’Europa esposta sulla facciata del Municipio. La giunta comunale aderisce alla Giornata Europea del 21 marzo, giorno d’inizio della Primavera e di celebrazione di San Benedetto, patrono d’Europa, indetta per rilanciare i valori condivisi che stanno a base dell’Unione.

Il sindaco Nicola Loira

L’amministrazione ritiene, infatti, “fondamentale promuovere i principi del multilateralismo in un contesto internazionale caratterizzato da una crescente interdipendenza economica, finanziaria e sociale, da squilibri insostenibili e dalla minaccia che viene da conflitti sempre meno governabili e dal rischio di una ripresa della corsa agli armamenti nucleari. Dopo la catastrofe della Seconda Guerra Mondiale, dopo la Shoah, la costruzione della comunità europea, di cui l’Italia è stata protagonista, ha garantito la pace e che il metodo comunitario ha consentito di consolidare lo spazio di libertà, sicurezza e giustizia, di completare il mercato interno, di redistribuire risorse, di migliorare la qualità dell’ambiente e di estendere i diritti di cittadinanza, di creare forti legami e sentimenti di amicizia e condivisione fra tanti giovani europei.

L’interdipendenza e le minacce globali che incombono, quale la crisi climatica, se non governate da autorità sovranazionali qual è l’Unione Europea, provocheranno – aggiungono dal Comune – criticità sempre più gravi, quali quelle che sono all’origine delle migrazioni, e rendono illusoria la volontà di attraversare gli sconvolgimenti mondiali rinchiudendosi in una arcaica dimensione nazionalista europea, superata nella storia per la responsabilità che ha avuto di aver generato i devastanti conflitti e i totalitarismi del Ventesimo Secolo e dal progredire di grandi stati di dimensione continentale con i quali solo un’Europa unita può confrontarsi alla pari. Va accelerata la velocità verso un’Europa più unita, più democratica e più solidale, attore di giustizia sociale, di riduzione delle diseguaglianze, di prosperità fondata sullo sviluppo sostenibile, sul valore del lavoro e sul protagonismo delle città e dei territori, attore rilevante per dimensione negli equilibri globali, aggiornandone le politiche e ridefinendone le regole, superando le cause della divaricazione fra i cittadini e le istituzioni europee diventate ingiustamente il capro espiatorio di responsabilità che appartengono principalmente ai governi nazionali che hanno ostacolato o rallentato le decisioni e avallato le politiche sbagliate scelte per affrontare la crisi economica. Il percorso verso le prossime elezioni del Parlamento Europeo rappresenti il momento di una grande partecipazione attiva dei cittadini per contribuire, pur con diverse culture e diversi orientamenti politici, a dare prospettiva all’Unione Europea, a rendere più democratiche le sue istituzioni, per dare futuro alle nostre comunità.

La giunta invita le associazioni culturali e di rappresentanza e tutti i cittadini e le cittadine ad esporre il simbolo degli ideali di unità, solidarietà e armonia tra i popoli d’Europa”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti