facebook twitter rss

Il Monturano si arrende alla capolista,
il Valdichienti archivia il campionato
(Le Foto)

PROMOZIONE - Gol e spettacolo al Comunale di Monte Urano, dove, seppur a fare la partita sono i padroni di casa, ad ottenere i tre punti è la formazione ospite guidata da Luigi Giandomenico, sempre di più lanciata verso la promozione in Eccellenza. Apre l'uno-due di Bellesi e Castellano, nella ripresa Daniele Viti accorcia il divario ma nel recupero Rapari cala il sipario
Print Friendly, PDF & Email

L’esultanza al gol del raddoppio di Emanuele Castellano

 

di Leonardo Nevischi

MONTE URANO – In attesa della sfida in programma alle ore 17.30 al Picchio Village di Ascoli Piceno tra Atletico Ascoli e Civitanovese, il Valdichienti Ponte mette la quinta ed effettua lo scatto decisivo verso la promozione in Eccellenza. Nonostante il Monturano Campiglione tenga in mano il pallino del gioco per larghi tratti, la capolista si dimostra più cinica ed interrompe la striscia di risultati utili consecutivi dei calzaturieri che durava da dieci incontri.

L’ingresso in campo delle due formazioni

IL TABELLINO

MONTURANO CAMPIGLIONE 1 (4-4-2): Sbattella; Adami, Cerquozzi, Finucci, Daniele Viti; Mangiola, Cozzi (16′ st Smerilli), Tidiane, Bracalente (33′ st Cardenà); Ulivello (26′ st Perrella), Fabiani. A disposizione: Isidori, Petrucci, Santarelli, Fornari, Malaspina, Fares. All. Nello Viti

VALDICHIENTI PONTE 3 (4-3-3): Piergiacomi; Romagnoli, Fermani, Monteneri, Iommi; Mandorlini (6′ st Badiali), Lattanzi, Marconi; Bellesi (13′ st Rapari), Garbuglia (44′ st Ripa), Castellano (26′ st Severini). A disposizione: Erbaccio, Salvatelli, Ciucci, Pandolfi, Marcaccio. All. Luigi Giandomenico

RETI: 10′ pt Bellesi, 25′ pt Castellano, 37′ st Daniele Viti, 47′ st Rapari

ARBITRO: Marco Serenellini di Ancona; assistenti Mattia Gasparri di Pesaro, Stefano Pizzagalli di Pesaro

NOTE: Allontanato mister Viti al 7′ del secondo tempo per presunte proteste. Ammonito Tidiane. Corner 8 – 0. Recupero +0′ +5′

Il saluto tra i due capitani, Emanuele Fermani e Edoardo Cerquozzi

LA CRONACA

Il ventiseiesimo turno del girone B del campionato di Promozione offre una partitissima: i padroni di casa del Monturano Campiglione, quarti, ospitano la capolista Valdichienti Ponte. I calzaturieri, reduci da ben 10 risultati utili consecutivi (6 vittorie e 4 pareggi), puntano ad allungare la striscia positiva per ottenere un posto nei playoff. Gli ospiti, forti di quattro vittorie di fila, pregustano già la vittoria del torneo.

Gli uomini di Nello Viti, privi di Isidori infortunatosi in settimana, si schierano con un 4-4-2 che vede l’under Sbattella tra i pali, Cozzi e Tidiane in cabina di regia, la fantasia e l’estro di Mangiola e Bracalente sugli esterni ed il tandem d’attacco composto da Fabiani ed Ulivello. Mister Luigi Giandomenico risponde con il 4-3-3 disponendo Lattanzi da frangiflutti davanti alla difesa ed affidando il reparto offensivo al tridente Bellesi, Garbuglia, Castellano.

La partenza della capolista è fulminante: dopo soli 10 minuti Garbuglia serve con un filtrante Bellesi all’interno dell’area, il quale con freddezza brucia Sbattella nell’angolino. Appena 15′ più tardi lo stesso angolino è vittima di Castellano, che, dopo un eccellente fraseggio corale, infila l’estremo monturanese con un destro chirurgico dalla distanza.

La reazione del Monturano Campiglione passa dai piedi del solito Bracalente, ma il suo calcio di punizione trova la risposta di Piergiacomi, che con un balzo felino toglie la sfera da sotto l’incrocio. Il Valdichienti Ponte ottiene la massima resa con la minima spesa, andando di fatto a concretizzare le uniche due occasioni da rete create. Tuttavia i padroni di casa restano in partita, ma collezionano solo tiri dalla bandierina (5-0), senza impensierire mai realmente la rocciosa retroguardia ospite. Al 45′ il pregevole tentativo in girata di Ulivello, di poco fuori, accompagna il duplice fischio del signor Serenellini di Ancona.

Nella ripresa, forte del doppio vantaggio, il Valdichienti gioca prevalentemente di rimessa, dando saggio del perché la sua sia la miglior difesa del torneo (solo 18 reti subite). Gli uomini di Viti provano a ridurre le distanze quando al 51′ Cerquozzi manda di poco al lato la punizione liftata di Mangiola. Tuttavia l’occasione più ghiotta per riaprire il match capita al 59′ sui piedi di Ulivello: l’ex attaccante del Montecosaro sfrutta un retropassaggio errato di Iommi e si invola verso la porta avversaria, ma giunto davanti a Piergiacomi incespica e spreca tutto.

Al 70′ sugli sviluppi di un calcio di punizione dalla destra, Cerquozzi effettua una sponda aerea per Mangiola, ma la sua volee mancina è preda del numero uno ospite. Tre minuti più tardi è molto più impegnativa, invece, la conclusione del subentrato Smerilli, che costringe Piergiacomi a rifugiarsi in corner. Il forcing offensivo dei calzaturieri si fa sempre più insistente e al 82esimo trova i suoi frutti: Mangiola prova a sfondare sull’out sinistro ma non viene favorito da una serie di rimpalli, tuttavia dalle retrovie sopraggiunge Daniele Viti che esplode in porta un potente mancino che non lascia scampo a Piergiacomi.

I lupi di Monte Urano tentano quindi in tutti i modi di riacciuffare il pari in extremis, ma si sbilanciano e nei minuti di recupero Rapari corregge in rete il palo di Ripa e chiude il sipario.

 

Fotogallery

Lo schieramento del Valdichienti Ponte

Lo schieramento del Monturano Campiglione

La gioia dei giocatori del Valdichienti Ponte

L’esultanza di Daniele Viti al gol del momentaneo 1-2

L’esultanza di Rapari alla rete del definitivo 1-3


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X