facebook twitter rss

Poker della Maceratese, Sangiorgese
sempre più vicina alla retrocessione

PROMOZIONE - I gol di Agostinelli e Suwareh nei primi minuti e la doppietta di Mongiello nel secondo tempo regalano ai biancorossi una netta vittoria sul campo del fanalino di coda. I nerazzurri restano quindi a dieci lunghezze dal penultimo posto e in caso di non successo domenica prossima a Potenza Picena potrebbe arrivare il verdetto algebrico
Print Friendly, PDF & Email

 

di Michele Carbonari

PORTO SAN GIORGIO – L’HR Maceratese chiude la pratica Sangiorgese nell’arco di cinque minuti e sale al terzo posto in classifica, insieme all’Atletico Azzurra Colli a quota 43. Sul pessimo terreno di gioco del fanalino di coda, si scatena Agostinelli: al 3′ sblocca sugli sviluppi di una punizione di Mongiello mentre all’8′ fornisce uno splendido assist per Suwareh che incorna e gonfia la rete. Nella ripresa Mongiello arrotonda il punteggio e cala il poker definitivo, prima con un bel tocco sotto e poi con una prodezza dalla distanza (0-4), salendo a quota 16 nella classifica marcatori. I biancorossi di Moriconi conquistano il nono risultato utile consecutivo, scavalcano il Monturano Campiglione e restano a soli tre punti dalla seconda della classe, l’Atletico Ascoli, a cui lanceranno la sfida domenica prossima all’Helvia Recina contro il Montecosaro. Situazione disperata invece per la Sangiorgese di Roberto Buratti, sempre più ultima in classifica e ormai appesa ad un filo. I nerazzurri restano a dieci lunghezze dal penultimo posto e in caso di mancato successo domenica prossima a Potenza Picena, potrebbe arrivare il verdetto algebrico della retrocessione.

IL TABELLINO

SANGIORGESE 0 (4-1-4-1): Figueroa; Diagn, Brambatti, Gomez, Fazion (32′ s.t. Ricci); Gisario; Joel Andres Garbujo, Servera, Ndoye (11′ s.t. De Carolis), Camacho (43′ s.t. Oliva); Amadike (6′ s.t. Juan Emmanuel Garbujo). A disposizione: Menghi, Basili, Cebada, Salvatori. All. Roberto Buratti

HR MACERATESE 4 (4-3-3): Tomba; Bigoni, Arcolai, Capparuccia, Piccioni; Girotti (41′ s.t. Ghannaoui), Campana (33′ s.t. Falco), Moriconi (43′ s.t. Milanesi); Agostinelli (29′ s.t. Cervigni), Suwareh (43′ s.t. Stura), Mongiello. A disposizione: Farroni, Tartabini, Argalia, Andreucci. All. Francesco Moriconi

ARBITRO: Belli di Pesaro; assistenti Paci di Ascoli Piceno, Morganti di Ascoli Piceno

RETI: 3′ p.t. Agostinelli, 8′ p.t. Suwareh, 27′ s.t. e 48′ s.t. Mongiello

NOTE: Spettatori 300 circa (un centinaio da Macerata). Ammoniti Gomez, Joel Andres Garbujo, Brambatti. Al 30′ pt allontanato Buratti per proteste. Recupero +1′ +4′

LA CRONACA

L’HR Maceratese non risente delle assenze di Ridolfi e Severoni squalificati e colpisce subito. Al 3′, Mongiello calcia sulla barriera, la palla finisce ad Agostinelli che controlla e trafigge Figueroa sul primo palo. L’esterno ex Loreto è scatenato e tre minuti dopo fa una progressione di oltre 60 metri ma al momento del tiro, disturbato dal ritorno di un difensore locale, è scoordinato e la sfera finisce tra le mani del portiere locale. Il quale è costretto ad arrendersi nuovamente al minuto numero otto. Mongiello apre splendidamente per Agostinelli, che stoppa e serve al centro il solissimo Suwareh per il quale è un gioco da ragazzi appoggiare di testa in porta. Compiuto il loro dovere, i biancorossi di Moriconi si accontentano di gestire e amministrare il vantaggio, concedendo alla Sangiorgese soltanto dei calci piazzati. In uno di questi Arcolai salva su Servera, mentre alla mezz’ora i locali lamentano un trattenuta di Moriconi su Amadike: Buratti protesta e viene allontanato. A fine primo tempo i nerazzurri ci provano con un debole colpo di testa di Amadike, su cross di Servera.

Ad inizio ripresa un tentativo per parte. In ripartenza, Mongiello colpisce male la sfera che termina sul fondo. Stesso esito per Joel Andres Garbujo che spedisce fuori. Al 20′ piove sul bagnato per la Sangiorgese, che rimane in dieci per il secondo giallo rimediato da Gomez: ingenuo fallo su Tomba mentre rinvia. Il minuto seguente Mongiello non approfitta di una leggerezza locale e spara alto dal limite dell’area. L’attaccante biancorosso si rifà invece al 27′, quando con un delizioso tocco sotto supera in uscita Figueroa su un bel servizio in profondità di Suwareh (che a sua volta va vicino al gol al 31′). Al 44′ altra occasione biancorossa, sui piedi di Cervigni il cui inserimento premiato dall’altro subentrato Ghannaoui. Nel recupero invece Tomba vede sfilare un bel tentativo dalla distanza del solito Joel Andres Garbujo mentre nell’ultimo minuto Mongiello delizia l’intero pubblico del Comunale con una prodezza dalla distanza che non lascia scampo a Figueroa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti