facebook twitter rss

Sanità marchigiana in lutto,
è morta la dottoressa Anna Ficcadenti

IL MEDICO, 54 anni, si è spento ieri pomeriggio a Torrette. Era responsabile del Centro unico malattie rare della Regione Marche
Print Friendly, PDF & Email

La dottoressa Anna Ficcadenti

 

di Talita Frezzi

Una malattia terribile, contro cui non ha potuto nulla. E’ morta a 54 anni la dottoressa Anna Ficcadenti, responsabile del Centro Unico malattie rare della Regione Marche. La dottoressa era originaria di San Benedetto. Combatteva da tempo contro la malattia. Nel tardo pomeriggio di ieri la terribile notizia che lascia sotto choc parenti, amici e colleghi. La fine della guerra, di ogni terapia o tentativo di cura, di ogni speranza.

La dottoressa Ficcadenti si è spenta all’ospedale regionale di Torrette dove era ricoverata. Ha dedicato tanto della sua vita agli studi e alla cura delle malattie rare anche in età adulta: nel 2010 è diventata responsabile della Sos Centro Regionale malattie rare dell’Azienda Ospedali riuniti di Ancona e nel 2012 ha diretto il congresso su “Malattie rare: esempio di multidisciplinarietà” svoltosi ad Ancona. Importante il suo contributo scientifico alle attività di miglioramento della cura con la “proposta di linee guida per la gestione multidisciplinare del paziente con malattia rara”.

Ha dedicato tutta la sua vita alla medicina, alla ricerca e soprattutto agli altri. Oggi quel sorriso rassicurante manca. Lascia il marito, i parenti, i nipoti, tanti colleghi e gli amici. Molti la salutano su Facebook, ricordandone la “grande umanità e la dedizione”, la gentilezza e la disponibilità, doti unite a una professionalità e una competenza che facevano di lei un medico molto stimato oltre che una donna molto apprezzata.  Il presidente della Commissione Sanità della Regione Marche dottor Fabrizio Volpini la saluta con commozione “una grave perdita per la sanità marchigiana”. Non è stata ancora resa nota la data dei funerali.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti