fbpx
facebook twitter rss

Un colore per ogni laboratorio:
il Montani festeggia i nuovi spazi
(FOTO)

FERMO - Mattinata di festa per lo storico istituto fermano, con dirigenti, insegnanti, studenti e personale Ata pienamente soddisfatti per la nuova ubicazione dell'indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, scelta dalla Provincia
Print Friendly, PDF & Email

di Andrea Braconi

L’azzurro per Tecnologia. Il giallo per Sistemi e Reti. L’arancione per Informatica. Il verde per Telecomunicazioni. Infine, il bianco come spazio multimediale. L’ITT Montani ha scelto un colore per ogni area tematica dell’indirizzo Informatica e Telecomunicazioni, trasferitosi in spazi ricavati dalla Provincia di Fermo nel Polo scolastico di Viale Trento, dopo i recenti fatti di cronaca che ne avevano decretato la chiusura.

Una mattinata di festa per lo storico istituto fermano, con dirigenti, insegnanti, studenti e personale Ata pienamente soddisfatti per la nuova ubicazione.

Diciassette le aule che l’ente provinciale – rappresentato dalla presidente Moira Canigola, dal suo vice Stefano Pompozzi, dal dirigente Ivano Pignoloni e dal funzionario Sandro Vallasciani – è riuscito a mettere a disposizione della scuola, di cui 11 per le classi, 5 per i laboratori ed una video condivisa con i geometri dell’Itet “Carducci-Galilei”. All’interno sono già operativi 250 studenti e 50 unità di personale docente (di cui una decina fissa e circa 40 costretti a fare la spola con la sede centrale del Montani), a cui si aggiungono 3 tecnici e 2 bidelle.

“C’è molta soddisfazione e contentezza per questa soluzione che sicuramente per l’indirizzo d’informatica è l’ideale – ha commentato la Bonanni -. Ringrazio a nome di tutti la Provincia nella persona della presidente Canigola, come ringrazio le colleghe, veramente generose e altruiste, che si sono adoperate rinunciando ad alcuni spazi. E come dirigente so che è una sofferenza lasciare spazi accoglienti e moderni”.

Un lavoro di squadra: così lo ha definito la Canigola, che ha evidenziato come quella di oggi sia stata una giornata positiva dopo tante difficoltà affrontate negli ultimi anni, sia come Provincia che come scuola e famiglie. “Mi auguro che questa sistemazione, seppure temporanea, sia ottimale per dare ai ragazzi la possibilità di portare avanti il programma con la serenità e la concentrazione necessaria”.

“Dopo tutti i problemi e le note vicissitudini – ha commentato il professor Raffaele Palestini – finalmente abbiamo uno spazio con 5 laboratori, che ci permettono di riprendere in pieno l’attività e il percorso che senza queste strutture era impossibile. È uno spazio così bello che anche i ragazzi sono estremamente contenti, per una sistemazione che consente loro di lavorare con molta più tranquillità”.

Anche gli studenti hanno voluto dire la loro sulla soluzione trovata dalla Provincia. “Un ringraziamento va a quelli che ci hanno aiutato in questo percorso – ha affermato la studentessa Giada Maneri – come la dirigente, la presidente della Provincia, i professori e chi ci è stato vicino. Non è stato un percorso facile, ma abbiamo capito che se punti un obiettivo per raggiungerlo, alla fine riesci sempre a fare il meglio. Adesso abbiamo questi spazi e siamo veramente soddisfatti: le aule sono grandi e luminose, l’acustica è ottima e ci permettono di svolgere le lezioni in maniera ottimale”.

Ad accompagnare rappresentati istituzionali e giornalisti nei nuovi spazi anche gli insegnanti Maura Rogante, Daniele Trasatti e Antonino Iannotti.

 

L’INAUGURAZIONE

 

I LABORATORI

 

ALTRI SPAZI


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X