facebook twitter rss

Gingarby diventa Experience:
4 sangiorgesi portano l’eccellenza
marchigiana nel cuore di Milano

FIERE - Un insieme di esperienze uniche quello che troveranno i visitatori della “Gingarby experience” dal 9 al 14 aprile nella prestigiosa location milanese del “Brera design district”
Print Friendly, PDF & Email

Il gin ideato dai quattro sangiorgesi Cristiano Del Rosso, Michele Ferrini, Guido Carlo Ragaglia e Carlo Santarelli si è fatto conoscere ed apprezzare da un pubblico sempre più nutrito fin dal debutto sul mercato della scorsa estate. Ora per il Gingarby è tempo di crescere e di sbarcare a Milano nella settimana del “Salone del Mobile”. Del resto quando l’eccellenza e l’altissima qualità di un gin marchigiano incontrano il genio di artisti capaci di performance imperdibili, si possono facilmente prevedere grandi sorprese: sarà dunque un insieme di esperienze uniche quello che troveranno i visitatori della “Gingarby experience”, uno spazio che dal 9 al 14 aprile in Corso Garibaldi n. 121, nella prestigiosa location milanese del “Brera design district”, farà conoscere questi mondi all’apparenza così distanti, ma uniti da una grande passione.

Il Gingarby è infatti un prodotto che raccoglie il meglio delle botaniche marchigiane, seguendo il percorso che idealmente unisce il ginepro e la straordinaria mela rosa dei monti Sibillini alle spezie raccolte sulle rive del mar Adriatico, passando per la Valdaso e la sua tipica pesca; tutto questo crea un gin che racchiude in sé il meglio delle Marche, e che da sempre punta all’assoluta eccellenza in ogni aspetto, compresa una caratteristica etichetta attraverso la quale vengono espressi in uno stile inconfondibile i valori che si ritrovano poi nel bicchiere al momento dell’assaggio. Già semplicemente guardando la bottiglia si capisce quindi l’estrema attenzione che i ragazzi del Gingarby hanno deciso di riservare allo stile e al design, tanto che la “Gingarby experience” è sembrata un passo quasi naturale per far conoscere il “dietro le quinte” di questa realtà.

“Vogliamo farci conoscere e far conoscere a chi verrà a trovarci i segreti del mondo magico del gin e di quelli dell’arte, del design e della musica” dicono i ragazzi del Gingarby “ed abbiamo concepito il nostro spazio per far vivere ai visitatori un’esperienza a tutto tondo: l’idea dell’architetto fermano Fabio Grilli prevede un percorso attraverso arredi sognati da designer emergenti ed affermati, installazioni artistiche e viaggi musicali. Lo spazio sarà suddiviso in aree sensoriali rese vive dagli arredi del noto “fabbro atipico” Marco Ripa, della fermana “Casa del Mobile” di Massimo Gentili e Valerio Silenzi nonché dalle intuizioni dell’interior designer Vittorio Albano, i contributi artistici sono creati da DaiDaiTran, Francesco Valeri e Maria Yandulova, il senso dell’udito sarà coccolato da un percorso sonoro durante il giorno e da coinvolgenti selezioni musicali durante gli happening serali, il tutto curato dal musicista e dj Ricky Blurry, mentre il fondamentale aspetto della mixology è affidato a Roberto Mazzaferro.

Insomma, come si può scoprire anche dai social, dove pian piano stiamo svelando il fitto calendario di eventi in programma compresa qualche sorpresa ancora top secret, abbiamo cercato di esportare le eccellenze del nostro territorio mixandole con una spruzzata di estro internazionale. Il tutto a base di Gingarby servito in 3 declinazioni differenti per soddisfare tutti i palati ”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti