facebook twitter rss

Sarnano nel forum delle Città
dell’Adriatico Ionio: “Siamo il primo
Comune dell’entroterra ammesso”

SARNANO - Il sindaco Ceregioli: "Per Sarnano è doppiamente motivo di orgoglio essere stata ammessa in questo consesso così rilevante, sia perché fanno parte del Forum città di grande rilevanza storica, culturale e turistica"
Print Friendly, PDF & Email


A Spalato, lo scorso 18 ottobre si è tenuto il Consiglio Direttivo del Forum delle Città dell’Adriatico e dello Ionio (Faic – Forum of Adriatic and Ionian Cities), presieduto dal Segretario Generale Ida Simonella, che ha deliberato all’unanimità di accogliere il Comune di Sarnano come membro onorario.
“ll Forum, sin dalla sua costituzione nel 1999 – ricordano dall’amministrazione comunale di Sarnano – in veste di ente rappresentante la società civile e come strumento permanente di coordinamento e cooperazione tra ben 47 enti locali degli 8 Paesi dell’Adriatico e dello Ionio (Albania, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro, Serbia, Slovenia), promuove e rafforza la cooperazione, il dialogo economico, sociale e culturale tra le città della regione, il tutto nell’ottica di guardare alle frontiere non come a muri di una fortezza da difendere ma come a ponti” che uniscono città e comunità vicine tra le quali intercorrono da secoli legami di interdipendenza e interessi comuni.
Il Forum ha inoltre dato un significativo contributo all’elaborazione della ‘Strategia UE per la Regione Adriatico-Ionica” (Eusair) e alla sua adozione da parte del Consiglio Europeo, il 24 ottobre 2014, nel corso del Semestre italiano. Negli ultimi anni ha consolidato la propria proiezione comunitaria continuando a rappresentare per l’Ue un punto di riferimento regionale nonché un supporto ai Paesi adriatici non ancora membri Ue.
Attualmente il Faic è coinvolto in tre progetti finanziati dall’Ue e in numerose altre iniziative internazionali.

Il sindaco Ceregioli

Grazie al Faic, Sarnano avrà maggiori opportunità di sviluppare partnership tematiche e progettuali nonché consolidare le relazioni con le altre città. In quest’ottica sarà anche possibile valorizzare maggiormente il suo territorio ed il patrimonio culturale e sociale, promuovere gli eventi, i percorsi e le esperienze culturali, specie al fine di sostenere una pronta ripresa economica e turistica e per rafforzare l’appartenenza della Città ad una comune casa europea adriatica e ionica”.

“Desidero ringraziare il Consiglio Direttivo del Faic – le parole del sindaco Franco Ceregioli – per aver deliberato all’unanimità di accogliere Sarnano tra i membri del Forum: oggi, dopo che sono stati ultimati tutti gli adempimenti burocratici conseguenti alla decisione del 18 ottobre scorso a Spalato, possiamo finalmente annunciare in forma ufficiale quella che è una grande notizia per la nostra comunità, alla luce delle importantissime prospettive che si aprono per il nostro territorio.
Per Sarnano è doppiamente motivo di orgoglio essere stata ammessa in questo consesso così rilevante, sia perché fanno parte del Forum città di grande rilevanza storica, culturale e turistica (cito solo a titolo esemplificativo Durazzo, Mostar, Dubrovnik, Rijeka, Spalato, Zara, Corfù, Igoumenitsa, Ancona, Fano, Vasto, Venezia), sia perché – ed in questo sta l’eccezionale valenza dell’ammissione di Sarnano nel Forum – il nostro Comune è l’unico non costiero tra quelli membri del Faic.
Sarnano sarà quindi portavoce privilegiato di quelle che sono le grandi ricchezze e potenzialità dell’entroterra, che sicuramente potranno trovare motivi di crescita e sviluppo dal rapporto con le città costiere, sviluppando insieme gli obbiettivi che il Faic si propone, tra i quali voglio ricordare la cooperazione territoriale decentrata innovativa; lo sviluppo di una comunità solidale di sindaci, cittadini, amministratori locali, funzionari pubblici locali; il miglioramento economico, sociale, ambientale; la valorizzazione del patrimonio e delle tradizioni culturali; il potenziamento delle attività congiunte di informazione; il supporto ad una progettazione europea congiunta e coordinata; la promozione di scambi e partenariati progettuali tra autorità locali dell’area; la promozione della cooperazione globale tra città.
Gli effetti positivi e di sicuro impatto dell’ingresso di Sarnano nel Faic si vedranno nel medio periodo, ma fin d’ora possiamo certamente affermare che il 18 ottobre 2018, data del nostro ingresso ufficiale nel Faic, rappresenta una data storica per Sarnano.”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti