facebook twitter rss

Telecamere, Cambiamo Musica
contro la Canigola: “Deliberate nel 2015,
installate in campagna elettorale”

POLITICA - "Se oggi abbiamo le telecamere è perché nel 2015 nel Consiglio comunale del 30 novembre - ricordano gli esponenti della lista civica - è stata presentata e votata favorevolmente una mozione a firma di tutta la minoranza unita"
Print Friendly, PDF & Email

L’Amministrazione comunale uscente di Monte Urano ha presentato il nuovo progetto della videosorveglianza, entrato in funzione, come sottolineano gli esponenti della lista Cambiamo Musica, a ridosso della campagna elettorale.

“Volevamo ricordare alla cittadinanza, che se oggi abbiamo le telecamere è perché nel 2015 nel Consiglio comunale del 30 novembre, è stata presentata e votata favorevolmente una mozione a firma di tutta la minoranza unita. Il verbale del Consiglio comunale certifica come la richiesta di installazione delle telecamere che oggi la maggioranza sbandiera come sua, è stata una proposta della minoranza votata e approvata dall’Amministrazione uscente. Nella stessa delibera si legge anche come l’installazione delle stesse telecamere sarebbe dovuta avvenire nel 2016”.

Cambiamo Musica che ricorda come all’inizio del 2018 il vice sindaco li avesse “rimproverati” per un articolo nel quale la minoranza chiedeva che fine avessero fatto le telecamere. “Cosa lo avete fatto a fare? E’ tutto pronto, questione di settimane. Bastava chiederlo a me. Furono queste le sue parole. Bene, le telecamere deliberate nel 2015, promesse per il 2016, pronte all’inizio del 2018, passate per un bando sbagliato che non prevedeva la gestione software delle telecamere, sono state installate a ridosso della campagna elettorale 2019, così come tutte le opere che per 4 anni e mezzo non hanno realizzato e che sono cantierate solo oggi poco prima delle elezioni. Un ricambio di persone e idee dopo 68 anni, sarebbe un bene per la democrazia di questo paese” concludono.

Monte Urano sotto l’occhio delle telecamere “Lettura targhe importante per le indagini”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti