facebook twitter rss

Area di crisi complessa, firmato il decreto che costituisce il gruppo di coordinamento e controllo, Cesetti: “Decisivo passo avanti”

ECONOMIA - Assessore Cesetti: “Si apre la fase di costruzione della strategia di rilancio e riqualificazione del territorio”
Print Friendly, PDF & Email

L’assessore regionale al Bilancio, Fabrizio Cesetti

E’ stato firmato dal Ministro Di Maio il decreto che costituisce il Gruppo di coordinamento e controllo per la definizione e l’attuazione del progetto di riconversione e riqualificazione industriale dell’area di crisi complessa pelli-calzature.

“Si tratta di un decisivo passo in avanti – rileva l’assessore regionale al Bilancio, Fabrizio Cesetti – nel percorso di costruzione della strategia di rilancio e riposizionamento competitivo dell’area selezionata interessata dalla crisi”.

Il Gruppo avrà il compito di accompagnare il Ministero dello Sviluppo economico ed Invitalia nell’iter fino alla stipula dell’Accordo di programma, coadiuvandolo nella definizione delle misure da attivare per l’attrazione degli investimenti, per la riqualificazione del personale e per la realizzazione delle infrastrutture.

Parteciperanno ai suoi lavori, oltre ai rappresentanti delle Direzioni del MiSE competenti in materia di politica industriale e incentivi alle imprese, anche referenti dell’ANPAL, del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, della Regione Marche e delle due Province di Fermo e di Macerata.

Inoltre, nello schema di decreto legge Crescita verrà attivato il percorso di revisione della legge 181/89 per semplificarne le procedure, massimizzarne l’efficacia e per renderne adattabili i contenuti ai diversi contesti territoriali in cui verrà applicata. Uno step che agevolerà l’accesso delle imprese dell’area di crisi alle opportunità di finanziamento nazionali messe in campo dal MISE per gli investimenti di entità più elevata.

“E’ un’ottima notizia – dichiara l’assessore – si va nella direzione auspicata dalla Regione Marche che in questi anni ha maturato esperienze importanti nei processi di aree di crisi complessa e non complessa ma ha riscontrato criticità che con questa rimodulazione potranno finalmente essere superate”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti