facebook twitter rss

Vitturini entra in Fratelli d’Italia
“Approdo naturale per lei ed Agostini”

PORTO SAN GIORGIO - Maria Lina Vitturini entra in Fratelli d'Italia. Formalizzato questa mattina il suo ingresso nel partito della Meloni. Il gruppo consigliare si rafforza diventando il più importante nella civica assise sangiorgese per quanto riguarda l'opposizione.
Print Friendly, PDF & Email

di Sandro Renzi 

Dopo Andrea Agostini Fratelli d’Italia ingaggia pure Maria Lina Vitturini. FdI diventa così il gruppo consigliare più numeroso, con due esponenti, a sedere tra i banchi della minoranza. Nel giorno della suo compleanno la consigliera, ex civica, ufficializza il suo ingresso nel partito della Meloni. “Con grande orgoglio diamo il benvenuto a Maria Lina in Fratelli d’Italia -ha esordito Emanuele Morese, coordinatore cittadino- stiamo costruendo il futuro, mattone dopo mattone, e stiamo costruendo anche il centrodestra. Questo è l’inizio ed abbiamo in forno ancora qualche sorpresa”. Al tavolo ci sono tutti i vertici di FdI. Andrea Balestrieri, coordinatore provinciale. “Ripartiamo dalle persone cercando di radicarci nel territorio. Daremo il nostro contributo in vista delle elezioni europee. Ringrazio il coordinamento di Porto San Giorgio che si sta spendendo per fare crescere questa realtà. Dobbiamo inserire forze nuove afinchè FdI sia il partito della gente”. E’ stata poi la volta del capogruppo in consiglio, Andrea Agostini. “Una scelta di campo precisa in un giorno importante per la sua vita. L’esperienza civica non funziona più -ha rimarcato l’ex primo cittadino- con questo nuovo ingresso daremo slancio al partito”.

Soddisfatta della scelta Maria Lina Vitturini. “Mi sono lasciata corteggiare -scherza la neoconsigliera FdI- e dopo venti anni mi trovo fianco a fianco con Ciccioli che mi spinse ad impegnarmi in politica”. Vitturini ritrova anche amici con cui ha condiviso parte del percorso amministrativo. A partire dall’ex sindaco Agostini. “Credo fortemente che tutti insieme possiamo fare un percorso comune per aprire il partito. Il gruppo deve diventare folto affrontando temi forti come la parità di genere sulla quale mi sto spendendo come consigliera di parità”. Anche Andrea Putzu, dirigente nazionale di FdI, ha dato il suo benvenuto alla Vitturini in conferenza stampa. “Per Maria Lina è un ritorno a casa, diede la sua adesione a Fratelli d’Italia all’atto della costituzione del partito. Agostini e Vitturini sono i due consiglieri che fanno realmente opposizione tra i banchi della minoranza. Oggi Agostini e Vitturini con Morese faranno crescere il partito”. Per “battezzare” questo nuovo ingresso arriva da Ancona anche Carlo Ciccioli, coordinatore regionale. “FdI è nata in salita, passando dal 2% di sei anni fa a percentuali più considerevoli e che ci consentono di essere il partito aggregante del centrodestra. Stiamo mettendo le radici per costruire una classe dirigente nel medio periodo. In provincia di Fermo abbiamo ottenuto un buon risultato, soprattutto a Porto Sant’Elpidio, ed ora stanno crescendo le persone”.

Ciccioli annuncia che anche nell’entroterra fermano ci saranno importanti adesioni in FdI. “Vogliamo che la provincia di Fermo sia rappresentata in regione da un nostro rappresentante quando toglieremo il governo delle regione al centrosinistra dopo 25 anni” prosegue il coordinatore di FdI che oltre alle elezioni regionali del prossimo anno si prefigge un altro obiettivo. “Le elezioni politiche del prossimo anno perché credo che questo Governo non abbia lunga vita. Il cambiamento passa anche da Fermo. Quelli di Agostini e  della Vitturini sono ingressi pesanti che rafforzano il nostro progetto. Finisce una contrapposizione interna al centrodestra che ci ha fatto perdere Porto San Giorgio. E forse anche Porto Sant’Elpidio abbiamo perso a causa delle divisioni”. Presente alla conferenza stampa pure l’on. Francesco Acquaroli. “Ringrazio entrambi per il loro approdo in FdI, un approdo naturale. La casa comune per creare un’alternativa al centrosinistra. Si tratta di un evento bellissimo per Porto San Giorgio, la provincia di Fermo e la regione Marche. Dobbiamo preparare un’alternativa forte all’attuale amministrazione regionale. Nei prossimi giorni nelle altre province ci saranno altri ingressi autorevoli ed importanti. Questo significa che quando c’è un contenitore autorevole che ti consente di esprimerti, le persone sono disposte ad impegnarsi”.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti