fbpx
facebook twitter rss

Dal terreno spuntano proiettili
di grosso calibro, potrebbero risalire
alla seconda Guerra Mondiale

PORTO SANT'ELPIDIO - Il ritrovamento è stato effettuato da un cittadino di Porto Sant'Elpidio che ha visto spuntare dal terreno delle 'punte' sospette. Sul posto una Volante della questura di Fermo che ha provveduto a sequestrare il materiale bellico per gli opportuni accertamenti, a partire dall'esatta datazione
Print Friendly, PDF & Email

La polizia intervenuta sul luogo del ritrovamento

di Giorgio Fedeli

Stava passeggiando in zona San Filippo, nei pressi di villa Trevisani, quando ha notato delle punte sospette spuntare dal terreno. E subito è scattato l’sos alle forze dell’ordine. Così sul posto è arrivata una pattuglia della polizia della questura di Fermo, competente oggi, in materia di aree di controllo, a Porto Sant’Elpidio.

Alla fine dal terreno sono stati estratti diversi proiettili, si parla di una decina, di grosso calibro, molto probabilmente risalenti alla seconda guerra mondiale. I poliziotti hanno così provveduto a sequestrare il materiale bellico e ad attivare le procedure per la datazione dei proiettili che potrebbero risalire alla seconda guerra mondiale, magari ‘scaricate’ e sotterrate da qualche battaglione o reggimento di passaggio sulla costa elpidiense.

“Questa è un’area frequentata da tanti ragazzini ma anche dei balordi. E’ stato un bene – raccontano alcuni residenti – che a trovare quei proiettili sia stato quel ragazzo con la testa sulle spalle. Se fossero finiti in mano a qualche bambino cosa poteva succedere?” il timore di alcuni residenti anche se, comunque, l’esplosività di quei proiettili arrugginiti è tutta da accertare. Ma nel dubbio, meglio che siano finiti in mani responsabili.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X