facebook twitter rss

Lotto di via Mameli: rinviato di 4 mesi
il termine per il pagamento del terreno

PORTO SANT'ELPIDIO - Accordata ai costruttori una proroga fino a settembre: "impossibile determinare le somme da versare per via delle opere di urbanizzazione ancora non completate"
Print Friendly, PDF & Email

Si allungano i tempi per il pagamento del lotto di via Mameli, dove è in corso la realizzazione di un nuovo edificio residenziale. La Azzurro Srl, a cui il Comune ha ceduto il terreno, ha chiesto ed ottenuto la possibilità di prorogare di 4 mesi il pagamento del saldo finale da 760.000 euro, salvo conguaglio, che avrebbe dovuto essere effettuato entro oggi, cioè a 6 mesi dalla stipula del contratto. Il “salvo conguaglio” significa che dalla cifra concordata andrà scomputata probabilmente una parte di opere di urbanizzazione che rientrano nel piano di recupero di Piazza Garibaldi ed ex Serafini, di competenza dell’Amministrazione comunale. Il privato aveva versato un acconto da 400.000 euro, si era accollato lavori per 40.000 euro per liberare il lotto dalle servitù di elettrodotto, mancava quindi il saldo per raggiungere la cifra pattuita di 1,2 milioni di euro.

La società ha chiesto un rinvio “per l’impossibilità di determinare le somme da versare, in relazione al maggiore impegno economico delle opere di urbanizzazione, non ancora completate per motivi non imputabili all’impresa venditrice”. La Azzurro ha fatto anche presente di non avere la disponibilità dell’intero lotto per ritardi dalla società che gestisce la rete del gas nell’effettuazione di alcuni lavori. L’ufficio lavori pubblici ha espresso il nulla osta, dal momento che “in effetti ad oggi le opere di urbanizzazione sono state limitate alla deviazione del lungomare. Non vi è quindi una rendicontazione complessiva dei lavori al fine di valutare i conguagli”. Sentito il parere dei tecnici, la giunta ha concesso la proroga al pagamento, stabilendo un termine massimo di 4 mesi, quindi fino ad inizio settembre, per provvedere al saldo.

P.Pier.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti