fbpx
facebook twitter rss

Sospetto terrorismo
Irruzione della polizia,
fermato un uomo

SANT'ELPIDIO A MARE - Blitz della polizia a Sant'Elpidio a Mare, massimo riserbo da parte della Questura, si tratterebbe di un soggetto per cui si ipotizzano collegamenti con organizzazioni terroristiche di radice islamica
Print Friendly, PDF & Email

di Pierpaolo Pierleoni

Una mobilitazione massiccia di agenti della polizia è scattata all’alba di oggi a Sant’Elpidio a Mare ed è culminata con il fermo di un uomo di origini nordafricane, in via Porta Romana. Decine di agenti, alcuni incappucciati, altri in borghese, hanno presidiato sin dalle prime luci dell’alba ed accerchiato una palazzina di tre piani.

In campo gli agenti della questura di Fermo ma anche, almeno stando alle prime indiscrezioni trapelate dalla via, dei Nocs, ovvero del Nucleo operativo centrale di sicurezza, un gruppo speciale della Polizia di Stato addestrato per portare a termine operazioni ad alto rischio, e arrivato nel Fermano proprio per l’operazione a Sant’Elpidio a Mare, in cui si parla di radice islamica. Alle 8 è scattato il blitz, con l’aiuto dei vigili del fuoco. E’ stata infatti simulata una fuga di gas ed i pompieri sono intervenuti invitando i residenti ad evacuare lo stabile.

Poco dopo, l’irruzione in un appartamento. Oggetto delle attenzioni della polizia un uomo di circa 40 anni, prelevato dagli agenti e caricato in auto. Sul posto, per rilievi, anche la polizia scientifica. Assoluto riserbo, da parte delle forze dell’ordine, sui contenuti dell’operazione e le generalità del soggetto assicurato alla giustizia. L’appartamento in cui si trovava è abitato da una famiglia che risiede a Sant’Elpidio a Mare ormai da alcuni anni, è ben integrata e non ha precedenti.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page





Gli articoli più letti


X