facebook twitter rss

Rubano un condizionatore
dal Verde mare, bloccati dalla polizia

FERMANO - Le denunce nell'ambito di un'operazione ad ampio raggio di controllo del territorio. A Lido Tre Archi controllate 42 persone e 21 autovetture, elevate due contravvenzioni al codice della strada ed un veicolo sottoposto a fermo amministrativo e controllato un esercizio commerciale
Print Friendly, PDF & Email

Incessante l’attività della Polizia di Stato per la prevenzione e repressione dei reati. “Ieri pomeriggio – comunicano dalla questura – le azioni di contrasto e prevenzione si sono concentrare nella zona costiera di Lido Tre Archi, con l’impiego di operatori di rinforzo del reparto Prevenzione Crimine di Pescara e con personale della questura di Fermo.

Durante i posti di controlli e perlustrazioni del territorio, sono state controllate 42 persone e 21 autovetture, elevate due contravvenzioni al codice della strada ed un veicolo sottoposto a fermo amministrativo e controllato un esercizio commerciale.
Inoltre nell’ambito dei servizi di controllo del territorio che la Questura quotidianamente svolge, si è concretizzata una brillante operazione che si è conclusa con la denuncia a piede libero di due cittadini italiani resisi responsabili di furto aggravato.
Infatti, quei due hanno asportato dal camping Verde Mare, attività già sottoposta a sequestro, un condizionatore d’aria caricandolo su un’auto.
Poco dopo in via Galvani, a Porto San Giorgio, direzione Palasavelli, sono stati raggiunti e fermati dal personale delle volanti della questura di Fermo. Da un primo controllo oltre a corrispondere le caratteristiche fisiche descritte dai testimoni, all’interno dell’auto ben visibile vi era un condizionatore completo (elemento interno ed esterno), ragion per cui per svolgere ulteriori accertamenti, le due persone sono state invitate a seguire gli operatori presso gli uffici della Questura per essere deferiti all’autorità giudiziaria”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti