facebook twitter rss

L’omosessualità tra discriminazioni
e violenze: gli studenti
verso il Marche Pride

FERMO - Organizzato con la collaborazione del comitato Noisette - Rete Studenti Medi Fermo un incontro per sabato 25 maggio alle ore 16.30 nella sede Anpi
Print Friendly, PDF & Email

L’omosessualità col passare dei secoli, ha assunto una valenza sempre più negativa, dando vita a discriminazioni, maltrattamenti, persecuzioni e gravi violazioni dei diritti umani. Africa, Asia, ma anche Sud America e Oceania: sono oltre 70 gli Stati in cui far parte della comunità LGBTI (Lesbiche, Gay, Bisessuali e Transgender) costituisce un reato, punibile con la pena di morte.

Per discutere di questo tema è stato organizzato con la collaborazione del comitato Noisette – Rete Studenti Medi Fermo un incontro, in programma sabato 25 maggio alle ore 16.30 nella sede Anpi del capoluogo di provincia. Un evento patrocinato ed inserito nel calendario Marche Pride 2019, che vedrà la partecipazione di Matteo Marchegiani (presidente di Comunitas APS), che esporrà l’attuale situazione in termini di diritti umani ed analizzerà le motivazioni che sottendono all’adozione di misure discriminatorie delle comunità LGBTI nel mondo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X