facebook twitter rss

Ciccone ed il Fermano,
un binomio vincente

CICLISMO - L'uomo del momento al Giro d'Italia vanta prestigiosi trascorsi sportivi nella nostra provincia, a partire dalla Juniores di Petritoli dibattuta nel 2011
Print Friendly, PDF & Email

PETRITOLI – Il corridore abruzzese Giulio Ciccone è l’uomo del momento al Giro D’Italia. Il portacolori della Trek Segafredo si è aggiudicato il tappone più importante, la Lovere-Ponte Di Legno, quello che prevedeva l’ascesa del Mortirolo consolidando la sua maglia azzurra di leader della classifica del Gran Premio Della Montagna.

Giulio Ciccone, classe 1994, si è fatto conoscere al pubblico a noi più vicino nel 2011 quando da juniores si è aggiudicato il Trofeo Petritoli-Memorial Balacco Paponi sbaragliando il campo e dando una prova di forza importante. E proprio da Petritoli, per la gioia dell’organizzatore e presidente dei Giudici di gara Marche Emanuele Senzacqua, che la parabola di Ciccone è partita nel miglior modo possibile. Due anni fa vinse una tappa del Giro D’Italia, quest’anno alla corsa rosa sta facendo la voce grossa, ogni momento è buono per andare in fuga e consolidare la maglia Azzurra del Gpm. Già nella prima frazione, aveva fatto registrare il miglior tempo sulla scalata di San Luca e la vittoria.

Sempre nel 2011, Ciccone ha corso anche la gara per Juniores di Capodarco dove riuscì a cogliere un importante 3° posto finale. Insomma, Ciccone e il Fermano, un bel binomio per un atleta che sta scrivendo e siamo sicuri continuerà a scrivere pagine importanti del ciclismo italiano ed internazionale.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X