facebook twitter rss

A lezione di astronomia,
i bimbi dell’Infanzia di Monte Urano
alla biblioteca Spezioli

FERMO - L'assessore Trasatti: "Un’altra bella iniziativa che vede protagonisti i bambini e la biblioteca Spezioli attraverso progetti volti a far conoscere il patrimonio librario ma soprattutto a sensibilizzare i bambini sulla lettura"
Print Friendly, PDF & Email

Una lezione speciale, una visita particolare. E’ quella di cui si sono resi protagonisti 80 bambini di 4 e 5 anni della scuola dell’Infanzia di Monte Urano che in due giorni hanno visitato la biblioteca Spezioli di Fermo. Una visita con cui i piccoli alunni sono stati introdotti al libro in modo curioso: le insegnanti, infatti, hanno richiesto per loro un percorso attraverso gli antichi volumi di astronomia presenti nei fondi storici, di norma consultati da esperti e docenti del settore. La Biblioteca ha raccolto la sfida ed ha accolto i bambini proponendo loro una selezione di 6 volumi del Cinque e Seicento sull’argomento, particolarmente accattivanti per le illustrazioni e per le caratteristiche fisiche dei libri.
“Un’altra bella iniziativa – ha detto l’assessore alla cultura Francesco Trasatti – che vede protagonisti i bambini e la Biblioteca Spezioli attraverso progetti volti a far conoscere il patrimonio librario ma soprattutto a sensibilizzare i bambini sulla lettura e sul libro, che si aggiunge alla Biblioteca di Classe alla Scuola Sapienza, inaugurata qualche giorno fa e alla prima Rassegna Junior che ha visto la presentazione di testi per bambini alla biblioteca ragazzi”.

Partendo dalla splendida pagina figurata seicentesca acquerellata della celebre Harmonia Macrocosmica di Keller, raffigurante l’allegoria della Astronomia, imponente signora che, circondata da dotti di ogni paese della terra e da globi celesti, indica il cielo come suo campo di osservazione e, in esso, sole, luna, stelle, comete e costellazioni, i bambini nella visita alla biblioteca Spezioli sono stati guidati alla scoperta delle due principali teorie (geocentrica e eliocentrica) storico-astronomiche attraverso splendide tavole illustrate e libri con parti mobili e ruotanti, precursori dei moderni libri pop up, che li hanno affascinati ed hanno dato loro modo di trovare conferma al bel lavoro sui pianeti svolto quest’anno con le loro insegnanti.
“Il laboratorio, svolto dalla direttrice Maria Chiara Leonori, che da 25 anni si occupa personalmente dei percorsi storico bibliografici sui fondi antichi per gli studenti di ogni ordine e grado, dalla scuola dell’infanzia agli universitari,  ha potuto dimostrare come – concludono dal Comune – se posta in modo accattivante, la storia che abbiamo ereditato attraverso il ricchissimo patrimonio della biblioteca può rappresentare anche un seme di cultura gettato per tutti, proprio tutti”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X