facebook twitter rss

Rompe le fioriere davanti al teatro,
condannato a risarcire il danno

PORTO SAN GIORGIO - I fatti risalgono al 2014. In mano al Comune la testimonianza di un cittadino. Danno stimato in circa 4mila euro
Print Friendly, PDF & Email

“Ha danneggiato senza motivo tre fioriere in piazza del Teatro dopo essere uscito da un locale. Ma a distanza di anni dal deprecabile episodio, la giustizia ha fatto il suo corso”. Così dal Comune che ricostruisce anche l’accaduto: “Grazie alla testimonianza di un cittadino il Comune ha potuto denunciare i responsabili in sede penale e chiedere loro il risarcimento in sede civile. Ogni tentativo di risarcimento bonario non ha avuto effetto, così il Comune nel 2014, stigmatizzati tali comportamenti, deliberò l’azione civile affidando l’incarico all’avvocato Michelangelo Giugni del foro fermano.
Dopo nove anni dal fatto, con sentenza del giudice di Pace di Fermo, il Comune ha ottenuto nei giorni scorsi la condanna del danneggiante al risarcimento dei danni oltre alle spese di lite, per una somma complessiva superiore ai 4.000 euro.
L’Ufficio legale, diretto dall’avvocato Carlo Popolizio, ha portato avanti negli ultimi anni decine di richieste di risarcimento per eventi comuni di lieve entità.

“L’attenta analisi delle documentazioni prodotte e degli atti operata dall’Ufficio legale del Comune, consente di evitare appesantimenti sui premi delle polizze assicurative e, soprattutto, di scongiurare indebiti pagamenti, in particolar modo, non alimentare aspettative prive di qualsivoglia fondamento”, spiega Popolizio.
Sempre dal Giudice di Pace di Fermo, con sentenza depositata nel maggio scorso, sono state rigettate le pretese di risarcimento con condanna al pagamento anche delle spese di lite di un automobilista che aveva urtato un segnale stradale provvisorio durante interventi pubblici avvenuti nel centro cittadino. Anche in questa occasione la difesa dell’Amministrazione è stata curata dall’avvocato Michelangelo Giugni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X