facebook twitter rss

Maxi blitz contro la mafia foggiana,
scattano i domiciliari
per un uomo nel Fermano

FERMANO - La polizia della questura di Fermo impegnata nell'operazione: nel Fermano esecuzione del provvedimento emesso dalla magistratura barese
Print Friendly, PDF & Email

di Giorgio Fedeli

Maxi blitz della Polizia contro le famiglie mafiose della provincia di Foggia: gli agenti delle squadre mobili di Foggia e Bari, del Servizio Centrale Operativo e dei reparti prevenzione crimine hanno eseguito all’alba decine di arresti nei confronti di persone presumibilmente appartenenti o legate ai clan operanti nel territorio di San Severo. E l’operazione si è estesa anche nel Fermano. La polizia della questura di Fermo, infatti, ha eseguito, questa mattina intorno alle 5, un’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari per un uomo residente a Sant’Elpidio a Mare. 

“All’alba di oggi la Polizia di Stato, Servizio Centrale Operativo, Squadre Mobili di Foggia e Bari, ha dato esecuzione, nell’ambito dell’operazione Ares,  ad una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del Tribunale di Bari, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari. Sono state arrestate 50 persone – i dettagli forniti dalla polizia – ritenute responsabili, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso, estorsione, tentata estorsione, associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, spaccio di droga, danneggiamento, reati in materia di armi, tentato omicidio, tutti aggravati dalle finalità mafios. I provvedimenti restrittivi hanno interessato varie provincie del centro-sud, tra cui quella picena e quella fermana” dove sono stati rintracciati tre degli indagati, due dalla polizia di Ascoli e uno da quella di Fermo, appunto a Sant’Elpidio a Mare”.

I provvedimenti, si diceva, emessi dal gip di Bari su richiesta della Procura distrettuale antimafia sono stati eseguiti in Puglia e, oltre a Fermo, anche nelle province di Ascoli Piceno, Milano, Rimini, Campobasso, Pescara, Teramo, Napoli e Salerno. I destinatari del provvedimento sarebbero accusati, a vario titolo, di associazione di tipo mafioso, estorsione, tentata estorsione, associazione finalizzata al traffico di droga, spaccio, danneggiamento, reati in materia di armi, lesioni personali e tentato omicidio, aggravati dalle finalità mafiose. In campo oltre 200 poliziotti in provincia di Foggia e altri nelle province interessate dalla maxi operazione tra cui, si diceva, i poliziotti della questura di Fermo.

 

 

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti