facebook twitter rss

Venanzi guida FdI a Montegranaro:
“Riuniamo il centrodestra,
le divisioni hanno fatto vincere la sinistra”

MONTEGRANARO - Il nuovo coordinatore comunale FdI: "Troviamo una nuova guida che sia credibile e capace di unire. Porta chiusa a chi ha una idea di città diversa dalla nostra come Sinistra Italiana, 5 stelle ed ex sindaci di centrosinistra"
Print Friendly, PDF & Email

Niccolò Venanzi

Fratelli d’Italia c’è. Anche a Montegranaro dove il nuovo gruppo si presenta. E a guidarlo c’è Niccolò Venanzi che, a distanza di meno di due settimane dalle elezioni che hanno visto rivincere il sindaco uscente Ediana Mancini, si pronuncia con una disamina del voto, sul perché, a suo avviso, ha rivinto il centrosinistra, e su progetti futuri per un centrodestra unito.

Sono molto felice di far parte di Fratelli d’Italia – fa sapere Niccolò Venanzi – un partito che rispecchia appieno le mie ideologie e dove ritrovo gli amici di una vita come Andrea Putzu e Francesco Acquaroli. Ringrazio Andrea Balestrieri, coordinatore provinciale, con il quale ho trovato sin da subito piena sintonia e stima reciproca. Abbiamo già fatto una trentina di tessere e abbiamo trovato molto entusiasmo intorno a noi. Il mio vice sarà Diego Basso e con il resto del direttivo siamo pronti per le sfide che ci attendono. Il nostro primo obiettivo è sicuramente riunire il centrodestra montegranarese e riportarlo alla guida della città. Troviamo vergognoso che a Montegranaro, Comune sempre stato di centrodestra, debba vincere da 10 anni la sinistra per le nostre divisioni interne.

Anche nelle ultime amministrative abbiamo visto che tutti hanno perso di vista l’interesse generale. Infatti da una parte c’era ‘Montegranaro tra la gente’ che con Gismondi e Lucentini invece di unire il centrodestra ha preferito inserire al suo interno personaggi provenienti da Sinistra Italiana, 5 stelle, ex sindaco di centrosinistra e sindacalisti. Questo modo di fare non è piaciuto all’elettorato di centrodestra e sono usciti sconfitti. Infatti non sono riusciti a riconfermare i 4000 voti alle europee della Lega, partito di cui fa parte il candidato sindaco Gismondi. In più è da notare il forte numero dei non votanti, 3689. Molti di questi sono elettori di centrodestra che, di fronte alle divisioni e ammucchiate politiche, hanno preferito astenersi.

Dall’altra parte invece Forza Italia con la lista “Montegranaro insieme” ha agito più in risposta all’altra compagine facendo un discorso più di partito e chiudendosi in se stesso piuttosto che allargare il progetto per una piattaforma condivisa che potesse raggruppare altre forze o associazioni di centrodestra preferendo una corsa in solitaria. Entrambi gli  schieramenti dunque hanno fatto sì che il risultato finale fosse la sconfitta di entrambi le parti e la vittoria della sinistra che comunque resta una compagine minoritaria nella città. Di fronte a questa situazione noi abbiamo preferito fare un passo indietro e non candidarci in quanto avevamo un altro progetto che consisteva nel riunire il centrodestra con un candidato sindaco nuovo e credibile, con un programma condiviso, lasciando Gismondi e Basso come ‘padri nobili’ di questo progetto. Il nostro ragionamento sembrava avviato e condiviso sia da ‘Montegranaro tra la gente’ che da ‘Montegranaro insieme’ ma poi si è bruscamente interrotto e sono stati riproposti Gismondi sindaco e soggetti estranei al centrodestra. A quel punto le trattative si sono arenate e per noi è stato impossibile continuare qualsiasi discorso.

Ora stendiamo un velo pietoso su queste elezioni e guardiamo al futuro, siamo qui per lanciare un nuovo progetto  che comprenda tutto il centrodestra unito; dobbiamo trovare insieme una nuova guida che sia credibile e capace di unire invece di dividere al di la della provenienza politica  lasciando però la porta chiusa a chi ha una idea di città diversa dalla nostra come Sinistra Italiana, 5 stelle ed ex sindaci di centrosinistra sconfitti in passato proprio grazie alla nostra unità e concretezza. Facciamo pertanto come Fratelli d’Italia questo appello di unità alle altre forze politiche di centrodestra per costruire una vera alternativa credibile all’attuale amministrazione”.

 

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X