facebook twitter rss

Tipicità: una nave, l’approdo e una rete…di imprese che guardano al futuro

FORMAZIONE - Una crociera come nuovo percorso per fare rete, immaginare il futuro, crescere nel management. Il rientro dei partner di Tipicità dalla Grecia.
lunedì 10 Giugno 2019 - Ore 18:09
Print Friendly, PDF & Email

Da sx: il direttore di Anek Lines Italia, Ilaria Volpini con il direttore di Tipicità, Angelo Serri, e l’amministratore unico di Anek Lines Italia, Massimo Di Giacomo

di Nunzia Eleuteri

Si è conclusa la Smart cruise “Ispirazione, relazione, rigenerazione”, di Tipicità Made in Marche: in crociera per fare rete, immaginare il futuro, crescere nel management. A bordo della Anek Lines, gli amministratori e imprenditori marchigiani partiti per la Grecia giovedì scorso (leggi articolo), sono rientrati in Italia approdando questa sera al porto di Ancona.

“Volendo tracciare un piccolo bilancio possiamo parlare di un percorso innovativo e interattivo – ha spiegato Angelo Serri, direttore di Tipicità – né coaching né formazione ma, semplicemente, una proiezione nel futuro con un occhio attento alle reali necessità delle aziende.”.

Sicuramente un lavoro di gruppo che fa pensare anche alla co-creazione. Sì perché da pochi giorni insieme, tra svago e pillole formative o comunque relazionali, sono emerse necessità e miscele di idee che rappresentano vere prospettive.

Durante l’appuntamento di Tipicità a Fermo, lo scorso marzo, l’organizzazione aveva predisposto un questionario rivolto alle imprese partecipanti e la breve crociera in Grecia è stata anche occasione per presentare i risultati del questionario elaborati dall’università politecnica delle Marche.

Muzio Papaveri, presidente di Conero Bus Service

Di ciò si è occupato Muzio Papaveri, presidente di Mobility Academy della Conero Bus Service che così ha esordito: “Tipicità raccoglie molte eccellenze del territorio in diversi settori che ha saputo mettere insieme nelle più varie situazioni. Dalla lettura dei risultati del questionario sono emerse le necessità di cui abbiamo potuto parlare anche in questi giorni – ha sottolineato Papaveri – il 60% di coloro che hanno risposto al questionario è il titolare dell’impresa, non solo nel mondo del food, e l’elemento comune si è potuto individuare nella necessità delle aziende di aiutarsi e condividere percorsi. Vedere, in poche parole, se ci siano prospettive di crescita anche solo tra imprese partnership di Tipicità. Mobility Academy ha contribuito alla definizione di questo format mettendo in rete i diversi attori. E’ la ricerca di una strada nuova per essere sul mercato in modo sempre più efficiente affrontando sfide che sarebbero difficili da soli ma realizzabili in sinergia. E’ proprio in questo contesto che è stato inserito anche l’intervento del wealth advisor di Banca Mediolanum, Massimo Cupillari, che ha potuto offrire la sua professionalità ed esperienza parlando agli imprenditori di benessere finanziario delle aziende per evitare preoccupazioni o spiacevoli sorprese. Questo viaggio è, quindi, l’inizio di un percorso innovativo fatto di confronto su concetti importanti per chi vuol essere un imprenditore di successo”.

Massimo Di Giacomo, amministratore unico di Anek Lines Italia ha voluto salutare i partecipanti alla Smart Cuise rivolgendo un ringraziamento a Tipicità per il rilevante ruolo che assume nell’intera regione: ”E’ un vero network di aziende che creano marginalità, cosa oggi difficilissima. La sinergia in atto con attori dei più disparati settori consente di mettere a contatto le attività di impresa con le istituzioni portando quei risultati che in altre occasioni potrebbero essere, invece, disattesi. Un lavoro assolutamente degno di nota che lega le singole realtà con il territorio. Per noi di Anek Lines Italia, le Marche rappresentano il mercato numero uno. E con Tipicità riusciamo ad abbracciarlo al meglio sentendoci quindi veramente a casa.”.

Un sentimento condiviso da tutti i partecipanti che si sono uniti all’amministratore Di Giacomo nel ringraziamento a Tipicità per l’impegno profuso volto alla crescita e alla promozione non di singole imprese ma di un intero territorio. E, prendendo spunto da una pillola formativa proposta dall’ingegnere Stefano Berdini che oggi ha concluso i lavori previsti durante la Smart Cruise, si può sintetizzare l’essenza di questa particolare iniziativa con una frase di Henry Ford: “Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme un successo”. Tipicità docet.

 

 

Il presidente della Steat, Fabiano Alessandrini e il direttore di Tipicità, Angelo Serri

L’ing. Stefano Berdini, presidente dell’Associazione Italiana Formatori Marche che oggi ha tenuto un corso formativo partendo dal gioco Lego, dal costruire attraverso l’ascolto, il confronto e la relazione

Un momento di formazione sulla Anek Lines

Una delle mete della crociera in Grecia

Momento di formazione sulla Anek Lines

ARTICOLO CORRELATO

Tipicità e partner verso le isole greche: dalle Marche il nuovo modo di fare business


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X