facebook twitter rss

Danni da cinghiali, Marcozzi:
“Voglio fare chiarezza”

AMANDOLA - Dopo la protesta e lo sciopero della fame avviata da un agricoltore davanti alla Regione per mancati indennizzi su danni causati da cinghiali la consigliera regionale fa sentire la propria posizione in appoggio a tutta la categoria
Print Friendly, PDF & Email

Colpiti tre volte, e tre volte vittime di una politica che latita. E’ di queste ore la notizia della protesta dell’agricoltore e allevatore di Amandola, Pino Vitali che, non riuscendo da ben 5 anni ad accedere agli indennizzi regionali per i danni provocati dai cinghiali, ieri ha deciso di protestare davanti alla Regione. Lui è il volto di tanti lavoratori che, dinanzi a una crisi lancinante, dinanzi alla piaga del sisma, sono stati abbandonati.

E non ricevono nemmeno gli aiuti economici che spettano loro di diritto perché la Regione non riesce da una parte a gestire adeguatamente il problema della selvaggina, in questo caso i cinghiali, che provoca continuamente danni alle coltivazioni e agli allevamenti, già duramente segnati dal terremoto, dall’altra non è capace nemmeno di supportare economicamente, con i rimborsi necessari, chi è alla canna del gas ma non vuole mollare.

Noi di Forza Italia siamo vicini a Vitali e di certo questa vicenda non finirà qui. Presenterò un’interrogazione per capire come si possa essere arrivati a tanto, un atto doveroso per i lavoratori stremati, un atto necessario per capire perché la Regione non muove un dito dinanzi alla disperazione di chi non vuole mollare, anche se lasciato solo da chi amministra.

Agricoltore in sciopero della fame, protesta davanti alla Regione: “I cinghiali hanno distrutto tutto”


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X