facebook twitter rss

Premio nazionale ‘Otello Sarzi’,
i migliori davanti
al popolo di Marameo

MONTEGRANARO - Gli organizzatori: "Il premio nazionale Otello Sarzi, con le sue venticinque edizioni realizzate, è il più longevo progetto italiano destinato alla promozione del nuovo teatro, ideato dallo stesso Otello Sarzi e da Marco Renzi nel 1995, da allora ha sempre dato il suo contribuito e il suo sostegno alle giovani formazioni che si occupano di teatro per i più piccoli"
Print Friendly, PDF & Email

Si è conclusa a Montegranaro la 25esima edizione del premio nazionale Otello Sarzi ospitato all’interno del Veregra Street Festival. Ragazzi e famiglie in festa.

“Si è conclusa ieri – fanno sapere gli organizzatori – la venticinquesima edizione del premio nazionale Otello Sarzi, da quest’anno ospitato all’interno del prestigioso Veregra Street Festival di Montegranaro, nella sezione Veregra Children dedicata i più piccoli. Sono stati tre giorni intensi, con quattro spettacoli ogni giorno: ore 17,30-18,30-21,30-22,30, dodici compagnie selezionate tra le oltre cinquanta che hanno fatto richiesta di partecipazione e provenienti da ogni parte d’Italia si sono alternate negli spazi attrezzati per l’occasione. Due le sezioni che il Premio comprendeva: la prima dedicata alle giovani formazioni di teatro per l’infanzia e la gioventù, e la seconda attribuita al miglior spettacolo di Teatro di Figura e dedicata alla memoria di Paolo De Santi, artista che tanto ha dato al festival veregrense. Una qualificatissima giuria ha visionato i 12 spettacoli finalisti e al termine ha decretato i riconoscimenti: Premio Otello Sarzi 2019 Sezione Giovani Compagnie
va allo spettacolo “Blackout nel meraviglioso mondo di Uoz” presentato dalla compagnia Abc Allegra Brigata Cinematica di Bergamo con la motivazione ‘La storia di Pixel e Sonar parla ai giovani del nostro tempo attraverso il linguaggio della danza e del video, conducendoli, per mezzo delle immagini quotidiane utilizzate dai loro strumenti tecnologici e mediatici, in un viaggio attraverso il senso dell’amicizia e delle relazioni sociali. Come in uno specchio, lo spettacolo riverbera sulla scena il clima claustrofobico nel quale le nuove generazioni si trovano immerse. Un improvviso blackout anziché spegnere la comunicazione la accende finalmente sui valori della vita, con un finale affidato alle immagini di un video pregevole e significativo‘.

Premio Otello Sarzi 2019 Premio Speciale “Paolo De Santi” al miglior spettacolo di Teatro di Figura va allo spettacolo ‘Pulcinella Molto Mosso’ presentato dalla compagnia Le Guarattelle di Enrico Francone di Bari con motivazione ‘Il Premio vuole sottolineare, nella scoperta di un giovane artista, la continuità di un’arte popolare come quella delle guarattelle nel solco della tradizione dei grandi maestri. Enrico Francone nel proporre tutte le situazioni tipiche di questo particolare genere di Teatro di Figura, ha dimostrato di possedere grande senso del ritmo e capacità di coinvolgere il pubblico di tute le età‘. La giuria ha inoltre ritenuto opportuno segnalare lo spettacolo “Hansel & Gretel una fiaba illustrata” presentato dalla compagnia Franceschini performinc Arts di Verona , lavoro in cui tutte le tecniche artistiche del Teatro di Figura vengono valorizzate nel raccontare una storia senza tempo. Gianni Franceschini, da vero maestro, riesce, con leggerezza, ad accompagnarci nella storia dei due celebri fratelli, passando dalla narrazione, al disegno, al movimento di figure da lui stesso costruite fino al video, tracce inconfondibili della sua arte.

La giuria era composta da Isabelle Roth della famiglia Sarzi. Operatrice culturale, burattinaia. Giuseppe Nuciari, fondatore e direttore artistico del Veregra Street Festival, manifestazione dedicata al teatro di strada tra le maggiori in Italia. Marco Renzi, ideatore, fondatore e direttore artistico dal 1990 al 2016 del festival “I Teatri del Mondo”, coordinatore artistico di “Marameo” festival interregionale ed internazionale del teatro per ragazzi, autore, attore, regista di teatro. Fondatore, insieme a Ortello Sarzi, dell’omonimo Premio, Renata Rebeschini, direttrice “Teatro Ragazzi G.Calendoli Onlus”, direttore artistico del Festival Nazionale del Teatro per i Ragazzi di Padova, Mario Bianchi, direttore della rivista telematica di teatro ragazzi “eolo”, autore, organizzatore e studioso di teatro per l’infanzia e la gioventù, e Flavia Valoppi, attrice, autrice, regista di Florian-Metateatro, Centro di Produzione Teatrale di Pescara.

Al di là dei riconoscimenti assegnati, resta l’occasione importante che è stata data a giovani teatranti che si affacciano a questo difficile mestiere, occasione di confronto non solo con il pubblico ma anche con una giuria qualificata la cui opinione riverbererà all’interno del comparto aiutando queste stesse formazioni a farsi strada in un settore difficile e competitivo come quello del teatro per i ragazzi.
Il premio nazionale Otello Sarzi, con le sue venticinque edizioni realizzate, è il più longevo progetto italiano destinato alla promozione del nuovo teatro, ideato dallo stesso Otello Sarzi e da Marco Renzi nel 1995, da allora ha sempre dato il suo contribuito e il suo sostegno alle giovani formazioni che si occupano di teatro per i più piccoli. L’edizione di Montegranaro ha mostrato la grande vitalità di questo settore del Teatro italiano, abbiamo visto spettacoli di burattini in baracca, teatro circo, multimedialità, nuove tecnologie, danza, comicità, e soprattutto abbiamo visto il popolo di Marameo: famiglie e bambini che hanno riempito gli spazi di spettacolo, dal primo pomeriggio e fino alla mezzanotte, creando quella cornice di affetto, meraviglia ed attenzione che fa di questo progetto una festa dello stare insieme e del teatro.
Con Veregra Children si è aperta ufficialmente la terza edizione di Marameo, un festival contagioso che ha già raccolto e messo in rete ben quattro regioni: Abruzzo, Lazio, Marche e Puglia, e che nella regione Marche vede lo sforzo congiunto di sei Comuni: Civitanova Marche, Montegranaro, Montegiorgio, Fermo, Porto San Giorgio e Grottammare. Un progetto che culminerà in settembre a San Paolo del Brasile con Teatri senza Frontiere e che per la sua dinamicità e varietà non ha uguali in Italia.
Dalla prossima settimana entreremo nella pancia di Marameo, prenderanno il via le rassegne di Fermo, il 3 luglio, Favole e Stelle con lo spettacolo Pinocchio a tre piazze, successivamente sarà la volta di Civitanova Marche, con Quartieri di Favola, l’8 luglio con I tre porcellini, quindi Montegiorgio, Parchi da Favola, il 9 luglio con Mago per Svago. Tutti gli spettacoli del festival sono ad ingresso libero, per il programma completo è disponibile il sito internet www.marameofestival.it”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X