fbpx
facebook twitter rss

Barriere antirumore lungo la ferrovia,
il comitato ‘no al muro’:
“Poca sensibilità da Ministero, Rfi e Ispra”

ROMA/MARCHE - Il coordinamento: "Abbiamo apprezzato la presenza di tanti sindaci della costiera marchigiana, capitanati dal presidente dell'Anci e l'appoggio della Regione Marche, alla conferenza dei servizi"
Print Friendly, PDF & Email

Il coordinamento Comitati Marche ‘No al Muro, Sì al Mare’.

“Il Coordinamento Marche ha apprezzato la presenza di tanti sindaci della costiera marchigiana, capitanati dal presidente dell’Anci e l’appoggio della Regione Marche, alla conferenza dei servizi riguardante il Comune di Mondolfo tenutasi ieri a Roma, presso il ministero delle Infrastrutture e Trasporti”. E’ il punto del coordinamento Comitati Marche ‘No al Muro, Sì al Mare’.

“Tutte queste istituzioni si sono espresse contrariamente al progetto delle barriere durante l’incontro avvenuto prima della conferenza, sostenendo la battaglia dei comitati. Contrariamente il coordinamento ha constatato una assoluta dimenticanza delle istanze marchigiane da parte delle istituzioni nazionali presenti al tavolo. Sia Rfi, responsabile del progetto e che aveva fatto importanti aperture negli ultimi periodi, sia l’Ispra che soprattutto il Ministero dell’Ambiente con il loro parere positivo al progetto barriere hanno manifestato una assoluta mancanza di sensibilità per i cittadini delle Marche e per le loro ragionevoli preoccupazioni di natura ambientale, paesaggistica e di salute.

Nonostante si sapesse che la giornata di ieri sarebbe stata difficile, la battaglia del coordinamento contro il muro continua con più determinazione per bloccare un progetto sbagliato, obsoleto e sovradimensionato rispetto alle finalità”.

Sostieni Cronache Fermane

Cari lettori care lettrici,
da diverse settimane la redazione di Cronache Fermane lavora senza sosta per fornire aggiornamenti precisi, affidabili e in tempo reale sull’emergenza Coronavirus e molto altro. Impieghiamo tutte le nostre forze senza ricevere alcun finanziamento pubblico destinato all’editoria. Sappiamo che, adesso più che mai, l’informazione è fondamentale per la nostra comunità: per questo continuiamo a lavorare a pieno ritmo, più del solito, per assicurare un servizio puntuale e professionale. La situazione attuale ha comportato inevitabilmente una forte riduzione di quei contratti pubblicitari che ci hanno consentito in questi 4 anni di attività di offrirti un servizio gratuito. Se apprezzi il nostro lavoro e ritieni che sia importante conoscere quanto accada sul tuo territorio, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci in questo momento senza precedenti.
Grazie

Puoi donare un importo a tua scelta tramite bonifico bancario, carta di credito o PayPal.

Scegli il tuo contributo:

Oppure tramite Bonifico Bancario, inserendo come causale "erogazione liberale":

  • IBAN: IT67V0311169451000000003233
  • Intestatario: CF Comunicazione S.r.l.s. - Banca: UBI Banca S.p.A


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X