facebook twitter rss

Area vasta 4 tra ferie, personale e progetti:
“Riscontri molto positivi dall’utenza,
sinonimo di efficienza e qualità”

FERMANO - Il punto dell'Av4 con in testa il suo direttore Livini: "Il riscontro diretto che arriva dai nostri cittadini sulla bontà dei servizi di Av4 è estremamente favorevole ed ancor più che la attuazione del programma ferie estive è rassicurazione assoluta di qualità ed efficienza in quanto garantisce in tutta sicurezza la erogazione dei servizi senza alcuna penalizzazione"
Print Friendly, PDF & Email

Sanità e piano ferie. Arriva il quadro programmatico dell’Area vasta 4. E così si spazia dalla programmazione, appunto, delle ferie ai livelli operativi per arrivare al piano assunzioni e ai progetti della direzione.

“Partiamo dalla programmazione delle ferie: si tratta – spiegano dall’Area vasta 4 – di una attenta analisi volta a predisporre un documento di pianificazione integrato comprendente interventi progressivi e proporzionali. Tale documento suddiviso per livelli prioritari di intervento, è scaturito dall’esigenza di garantire il godimento delle ferie estive al personale dell’Area Vasta (Dirigenza e Comparto), nel rispetto della normativa vigente, ponendosi l’obiettivo di preservare i normali standard di erogazione dei servizi e comunque di garantire livelli assistenziali di sicurezza erogabili ai cittadini.
La pianificazione così come predisposta e attuata nei tempi e nelle modalità presentate alla Rsu e alle organizzazioni sindacali, ha ottenuto al momento i risultati attesi, tanto che reparti e servizi stanno operando nel rispetto delle loro pianificazioni e con livelli assistenziali di sicurezza, per essere ancora più precisi ogni struttura produttiva opera con il personale previsto dagli standard di legge e nel rispetto della consuetudine organizzativa di Area Vasta. Nessun professionista è stato “buttato in altre strutture operative senza affiancamento”, anzi laddove si è reso necessario ripristinare gli organici o potenziarli, questo si è fatto favorendo l’esperienza pregressa dei professionisti in quell’ambito operativo specifico.

I livelli operativi, dal punto di vista operativo, suddivisi per Area dipartimentale e programmati sulla base degli indicatori di utilizzo del periodo di riferimento (azioni I° livello), sono stati integrati da ulteriori interventi da porre in essere, in presenza di ulteriori e non prevedibili criticità (azioni II° livello), in misura proporzionale con azioni di eventuale riduzione delle attività comprimibili. Tra questi la esternalizzazione della struttura Cure Intermedie di Sant’Elpidio a Mare e il conseguente recupero di personale, che ha consentito di sostenere il l’imprevisto ritardo delle azioni di reclutamento, che costituivano l’impegno prioritario della direzione.

Qualità delle cure e dell’assistenza. I livelli assistenziali sono nel periodo estivo vicinissimi e quasi sovrapponibili a quelli tradizionalmente erogati in altri periodi dell’anno, quindi di qualità alta. Questo anche grazie alle azioni previste a priori con lungimiranza, le quali hanno consentito a tutti i reparti di degenza di continuare la loro attività contando su un organico assistenziale pieno.
Considerare eventualmente ridotta la qualità delle prestazioni rese da professionisti in possesso di un diploma di laurea e regolarmente abilitati e iscritti all’Ordine, solo perché dipendenti di una cooperativa, oltre ad essere illogiche e irriguardose sono destituite di ogni fondamento, in quanto formate dal nostro polo di formazione Univpm, in grado di garantire livelli di impegno e di professionalità del tutto assimilabili a quelli espressi da personale dipendente AsurS.

Le criticità di organico e il piano assunzioni? Al momento gli organici previsti dal piano di fabbisogno autorizzato dall’Asur è rispettato. E’ pur vero che non tutte le assenze sono sostituite ma è altrettanto vero che l’organizzazione riesce ad ammortizzarle seppur non completamente. Ad oggi le 90 unità possono essere ridimensionate in più di due terzi. Nonostante il periodo estivo in corso è in piena attuazione il piano di reclutamento previsto, che si concluderà entro la fine dell’anno in corso.

I progetti di Area Vasta sono riconducibili alla progettualità che la direzione ha cantierato da tempo e vuole mettere in campo, attingendo in parte al fondo e quindi con il contributo economico delle organizzazioni sindacali, per potenziare e/o qualificare azioni già operative, finalizzate quindi ad implementare la capacità di risposta dell’organizzazione, verso i mutati e crescenti bisogni di salute della cittadinanza. Trattasi di interventi che non hanno certamente l’obiettivo di sostituire o vicariare carenze di personale, ma di qualificare ulteriormente i nostri servizi, dunque razionalizzazione e utilizzo qualificato di risorse (professionisti e fondi).

Il riscontro diretto che arriva dai nostri cittadini sulla bontà dei servizi di AV4 è estremamente favorevole ed ancor più che la attuazione del programma ferie estive è rassicurazione assoluta di qualità ed efficienza in quanto garantisce in tutta sicurezza la erogazione dei servizi senza alcuna penalizzazione”.


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Torna alla home page


Per poter lasciare o votare un commento devi essere registrato.
Effettua l'accesso oppure registrati




Gli articoli più letti


X